Gli Allievi resistono un tempo poi crollano nella ripresa

Fuori ai quarti la squadra di Furlano, che gioca bene il primo tempo, non riuscendo a capitalizzare la molte di azioni costruite. Il vantaggio messo a segno al 17′ della ripresa illude i nostri Allievi che nel giro di quattro minuti vengono raggiunti dai campani, e superati nel finali da una prodezza di Nunziante dal limite complice l’errore di Bulfon apparso in ritardo nell’intervento.

FRIULI VENEZIA GIULIA – CAMPANIA 1-2

FRIULI VENEZIA GIULIA: Bulfon, Carlevaris, Cestari, Clarini (32′ st Candotti), Cottiga (42′ st Anconetani), Crevatin, Del Fabbro (36′ st Cocolet), Fabris (32′ st Francioli), Facca (28′ st Pertoldi), Trevisan (43′ st  Pasqualetto), Zuliani – All. Andrea Furlano. A disposizione: Ferri, Casasola, Parovel

CAMPANIA: Bisogno, Liguori (21′ st Gravina), Russo, Muccio, Iannuzzi, Filosa (dal 38′ st Calabrese), Attanasio, Ambrosio, Nunziante, Palumbo, Esposito (dal 17′ st Calone) – All. Valerio Gazzaneo. A disposizione: Tessitore, Marino, De Stefano, Barricella, Domanico, Petito,

Arbitro: Moser di Trento

Marcatori: Nella ripresa al 16′ Del Fabbro, 21′ Calone, 37′ Nunziante

Note: Calci d’angolo: 7-1                Recupero 1’t 2′  – 2’t 5′    – Ammoniti: Iannuzzi (C), Russo (C), Zuliani (F), Trevisan (F)

La cronaca – Pronti via è subito il Friuli Venezia Giulia a prendere l’iniziativa, Crevatin al 3′ vede il buon piazzamento in area di Del Fabbro che arriva leggermente in ritardo all’impatto con la sfera. Stessa sorte al 10′ per Crevatin che non sfrutta l’invitante filtrante di Carlevaris. La Campania ci lascia campo e cerca di ripartire sfruttando le qualità degli due attaccanti Ambrosio e Nunziante. Al 17′ Crevatin a conclusione di una bella iniziativa persona ledi sinistro cerca il palo alla destra di Bisogno, che provvidenzialmente devia in angolo.

Al 27′ Bulfon sbroglia una situazione potenzialmente pericolosa uscendo fuori dall’area di rigore, rimediando all’incerto intervento di Trevisan. Al 30′ Russo ci prova per i campani su punizione, il suo sinistro si spegne tra le braccia di Bulfon, sicuro anche sul tiro di Nunziante al 37′. Squadre al riposo sullo 0-0 dopo due minuti di recupero.

La ripresa si apre sullo stesso canovaccio del primo tempo: Del Fabbro strappa con le unghie un pallone in zona d’attacco e lo scodella in mezzo per Carlevaris che batte a botta sicura, il tiro respinto dalla difesa campana.

L’errore di Palumbo al 16′ nel tentativo di recuperare la palla, spiana la strada a Del Fabbro che si invola verso la porta campana, supera Bisogno in uscita nell’estremo tentativo di rimediare  all’errore, e tocca a rete, con Liguori, che manda la palla oltre la riga di porta.

Nemmeno il tempo di assaporare la gioia del vantaggio ed i campani si riportano sotto, al 21′ con Calone, appena subentrato ad Esposito. Il tiro dal limite che incoccia lo scarpino di Trevisan s’impenna disegnando una parabola maligna per Bulfon che viene battito.

Il gol subito cambia  completamente l’inerzia della partita, i campani prendono coraggio, col passare dei minuti acquistano convinzione, ed al 37′ ribaltano a loro favore il risultato. Nunziante sicuramente insieme al portiere campano il migliore in campo, scaglia dal limite un tiro rasoterra che spegne i sogni dei nostri allievi e regala la semifinale alla Campania. (Fonte Figc Fvg)