Pro Recco schiacciasassi: nulla da fare per Trieste

Danjel Podgornik tra i migliori contro la Pro Recco (Foto Lasorte – Pallanuoto Trieste)

Nell’anticipo della dodicesima giornata (penultima di andata) della serie A1 maschile, la Pro Recco campione d’Italia in carica ha superato la Pallanuoto Trieste per 9-2. Tutto secondo pronostico, quindi, nella gara infrasettimanale di Sori. La squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping ha però sfornato una prestazione più che positiva al cospetto della corazzata ligure.

Mettendo in mostra i proprio talenti emergenti. Ovvero Danjel Podgornik, classe 1999, e soprattutto il giovanissimo Andrea Mladossich, classe 2002, che contro la squadra più forte del mondo ha realizzato il suo primo gol nel massimo campionato. “E’ una bella soddisfazione per loro e per la società – spiega l’allenatore della Pallanuoto Trieste Miroslav Krstovic al termine del match – posso solo dire che abbiamo giocato una discreta partita in fase difensiva, tutti si sono impegnati al massimo”.

La cronaca. Vujasinovic tiene a riposo Di Fulvio e Echenique in vista della Champions League, Krstovic non recupera Giacomini, quindi spazio al classe 2001 Diomei e appunto a Mladossich.

Nel primo periodo la Pallanuoto Trieste contiene abbastanza bene le sfuriate dei campioni d’Italia in carica. Ci pensano però i fenomenali mancini serbi a fare la differenza: Filipovic sigla l’1-0, Mandic insacca il 2-0 in situazione di superiorità numerica.

Nella seconda frazione il copione non muta, con gli alabardati compatti e attenti in fase difensiva. Ma la qualità dei padroni di casa è debordante. Filipovic trova il 3-0, poi Figari finalizza con precisione un’azione in uomo in più per il 4-0 di metà partita.

Gli alabardati giocano a viso aperto e senza timori reverenziali. Il Recco però è micidiale in fase offensiva e concede pochissimo dietro. Figari trova il 5-0 in superiorità, poi Bodegas in controfuga realizza il 6-0. Trieste però non molla, Podgornik scappa via in solitudine e batte Massaro per il 6-1 a 2’34’’ dalla fine. Passano 20’’ e il Recco fa 7-1 con Caliogna.

La partita si mantiene intensa anche negli ultimi 8’ di gioco. Il centroboa della nazionale Bodegas scrive 8-1 in superiorità, Trieste però ribatte con il gol del più giovane in acqua, ovvero Mladossich, che in controfuga realizza la sua prima rete in prima squadra (8-2 a 4’15’’ dalla sirena). Prima dello scadere Mandic arrotonda sul definitivo 9-2.

PRO RECCO – PALLANUOTO TRIESTE 9-2 (2-0; 2-0; 3-1; 2-1)

PRO RECCO: Tempesti, Pelliccia, Mandic 2, Bruni, Molina, Bodegas 2, Alesiani, Caliogna 1, Figari 2, Filipovic 2, Aicardi, Gitto, Massaro. All. Vujasinovic

PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik 1, Petronio, Ferreccio, Giorgi, Diomei, Gogov, Mladossich 1, Vico, Spadoni, Blazevic, Mezzarobba, Persegatti. All. Krstovic

Arbitri: Rovida e Guarracino

NOTE: uscito per limite di falli Blazevic (T) nel quarto periodo; superiorità numeriche Pro Recco 5/10, Pallanuoto Trieste 0/2