Magie Vicenzotti: la Delser supera Vicenza 66-63

DELSER LBS UDINE – VELCOFIN VICENZA 66-63 (16-11; 27-25; 39-40; 57-57)

Udine ha ritrovato il proprio capitano. La Delser Libertas Basket School, tra le mura di casa, ha battuto la VelcoFin Vicenza per 66-63 e lo ha fatto dopo quarantacinque minuti di lotta, al termine di un supplementare raggiunto grazie a una magia di Debora Vicenzotti. Quella tripla segnata allo scadere dell’ultimo quarto per la parità (57-57) non ha solo infiammato il palaCarnera, ma ha permesso ad una Delser tutta grinta e cuore di acciuffare la terza vittoria di fila.

La storia dunque si ripete: l’anno scorso, come oggi, Vicenza si è dovuta arrendere di fronte alla corazzata udinese e tornare a casa con la saccoccia vuota. Onore, comunque, alle giocatrici di coach Chimenti perché stasera in campo lo spettacolo non è mai mancato. Le due formazioni si sono date battaglia azione dopo azione, senza esclusione di colpi, e questo ha fatto sì che al 45′ il risultato fosse ancora in discussione. Sul 64-62 però, Brcanoninovic, fino a quel momento chirurgica a cronometro fermo (6/6), ha mancato il pareggio totalizzando un tiro libero su due e permettendo poi a Carlotta Rainis, dopo fallo subito, di chiudere definitivamente i giochi dall’altra parte del campo (2/2).

Dunque, tante emozioni e morale a mille per la squadra di coach Pomilio che, nel post partita, non può non essere contenta del successo delle sue ragazze: «Una vittoria che ci fa bene, una vittoria figlia del cambiamento che stiamo gradualmente facendo. In difesa siamo diventate “rocciose” e infatti oggi abbiamo contenuto una squadra che ha molti punti nelle mani. Tenere Vicenza a 63 punti, contando anche il supplementare, è un ottimo risultato che deriva dal grande lavoro delle mie ragazze».