Buona Udinese, ma il Napoli passa di rigore

Foto Petrussi

UDINESE-NAPOLI 0-1 (33’ Jorginho)

UDINESE – Scuffet, Widmer, Danilo, Angella (38’ s.t. Bajic), Samir, Alì Adnan, Fofana (29’ s.t. Jankto), Balic, Barak, De Paul, Perica (14’ s.t. Lasagna). All. Oddo. A disposizione: Borsellini, Matos, Ingelsson, Nuytinck, Larsen, M. Lopez, Pontisso, Bochniewicz, Pezzella

NAPOLI – Reina, Maggio, Chiriches, Koulibaly, Hysaj, Allan, Jorginho (25’ s.t. Diawara), Hamsik (38’ s.t. Rog), Callejon, Mertens, Insigne (32’ s.t. Zielinski). All. Sarri. A disposizione: Rafael, Sepe, Rui, Scarf, Giaccherini, Leandro, Maksimovic, Albiol, Ounas

Ammoniti: Danilo, Jorginho, Perica, Alì Adnan, De Paul, Widmer

Note: Jorginho sbaglia un calcio di rigore al 33’ p.t.

Arbitro: Di Bello di Brindisi

CRONACA – Prima per Oddo sulla panchina dell’Udinese che nell’arco dei 90 minuti non demerita al cospetto della capolista. In porta con Scuffet di nuovo titolare al il posto dello squalificato Bizzarri, mentre in avanti è Perica il faro supportato da De Paul. Ci prova subito l’Udinese con Fofana da fuori area la cui conclusione di destro si spegne non di molto sul fondo, mentre il Napoli nelle prime battute si rende pericoloso solo su azioni da calcio d’angolo che la difesa di casa riesce a ribattere senza grossi patemi.

Pericolosa l’Udinese al 18’ con De Paul che ci prova da fuori area, approfittando degli spazi lasciati dai centrocampisti partenopei, ma la sua conclusione è alta di poco. Ancora Udinese due minuti dopo protagonista di una bella combinazione Danilo – Perica con la conclusione di quest’ultimo che avrebbe meritato maggior fortuna. Al 25’ calcio d’angolo calciato da De Paul per Danilo ottimamente posizionato al centro dell’area: il capitano, però, schiaccia troppo la palla e non riesce a dare la necessaria potenza alla sua deviazione.

Al 31’ la svolta dell’incontro: Angella nel cuore dell’area di rigore allunga troppo il piede e atterra Maggio. Di Bello concede il calcio di rigore, sul dischetto si presenta Jorginho, Scuffet lo ipnotizza respingendo la sua conclusione, ma sulla ribattuta il numero 22 bianconero non può nulla e così il Napoli passa in vantaggio grazie al tap-in dell’italo-brasiliano. Scarne le emozioni da questo momento al termine del primo tempo: l’Udinese non accusa il colpo e , anzi, riesce a farsi propositiva in avanti, senza tuttavia riuscire a rendersi pericolosa.

Ripresa che inizia senza cambi nei rispettivi undici e con l’Udinese ancora propensa a creare gioco. Spunto del Napoli al 5’grazie a una combinazione Insigne – Callejon – Hamsik ben protetta dalla difesa di casa. De Paul al 10’ inventa un bel servizio in verticale indirizzato a Perica il quale s’invola verso la porta avversaria sul filo del fuorigioco, la sua conclusione però è strozzata a causa dell’intervento in recupero di Maggio.

Mister Oddo al 14’ prova la carta Lasagna in sostituzione di Perica. Il centravanti mantovano prova subito a inserirsi fra le maglie avversarie ma viene colto in fuorigioco millimetrico dal collaboratore dell’arbitro. L’Udinese continua a proporsi in avanti e al 23’ si rende pericolosa con un sinistro insidioso di Barak da posizione defilata, Reina si improvvisa in una difficile parata in due tempi.

Un tiro smorzato da Samir al 29’ favorisce l’inserimento di Callejon dalla destra che calcia al volo ma Scuffet è attento e dice di no all’attaccante azzurro. Di nuovo Barak pericoloso al 32’ che dribbla un avversario, si gira e calcia a rete, ma la alza troppo. Oddo rimescola ulteriormente le carte inserendo Jankto per Fofana alla mezz’ora e poco dopo Bajic per Angella, ma la partita rimane bloccata sul risultato di 0-1. L’ultimo affondo della partita è dell’Udinese che nel terzo minuto di recupero impegna Reina in una parata a terra. (Fonte Udinese.it)