L’Udinese torna al successo: 3-1 al Pescara

PESCARA – UDINESE 1-3   (20′ Zapata, 51′ Jankto, 55′ Thereau, 84′ Muntari).

Pescara: Bizzarri; Zampano, Stendardo (7′ Fornasier), Bovo, Biraghi; Memusahj, Bruno, Verre (46′ Muntari); Benali, Cerri, Mitrita (64′ Kastanos).  A disp: Fiorillo, Crescenzi, Brugman, Muric, Cubas, Milicevic.  All. Zdenek Zeman.

Udinese: Karnezis (79′ Scuffet); Widmer, Angella, Danilo, Samir; Badu, Hallfredsson (70′ Kums), Jankto;De Paul, Zapata, Thereau (73′ Gabriel Silva). A disp: Perisan, Perica, Matos, Ali Adnan, Heurtaux, Ewandro, Balic. All. Luigi Delneri.

Arbitro: Celi di Campobasso. Assistenti: De Meo e Santoro.Quartuomo: Del Giovane. Addizionali: Maresca e Illuzzi

Ammoniti: 35′ Hallfredsson (U) , 39′ Bruno (P), 43′ Danilo (U), 52′ Bovo (P), 85′ Gabriel Silva (U), 94′ De Paul.

LA CRONACA – E’ l’ennesima occasione per svoltare definitivamente e chiudere il discorso salvezza. L’Udinese arriva a questa partita dopo aver fermato la capolista allo Stadio Friuli, il Pescara ha perso a Genova contro la Samp. Con Felipe e Fofana infortunati, Delneri da’ spazio ad Angella e Badu dal primo minuto.

L’avvio bianconero e’ buono e produce un tiro di Halfredsson dopo appena un giro di lancetta. La palla pero’ finisce alta. Al 6′ Zeman e’ costretto gia’ ad effettuare un cambio: Stendardo dopo aver avvertito problemi al piede destro getta la spugna. Al suo posto entra Fornasier.
Al 12′ da un cross di Zampano nasce un pericolo per l’Udinese: palla respinta corta e immediata conclusione di Benali, per fortuna respinta dal muro difensivo.

Al 19′ Widmer si lancia sulla destra, Biraghi si salva in corner. Ma dalla bandierina nasce il vantaggio bianconero. Jankto riceve palla sul vertice dell’area e mette in mezzo, Zapata anticipa tutti sul tempo e batte Bizzarri di testa. Per Duvan e’ il settimo centro stagionale, secondo consecutivo dopo la rete alla Juventus.

Il Pescara prova a reagire ma l’Udinese controlla bene e riparte. Lo fa al 24′ quando Zapata viene anticipato da Fornasier su un cross di Badu. Poco prima della mezzora Benali non arriva su un traversone di Biraghi. Al 32′ Zapata difende palla e serve De Paul, il tiro dell’argentino e forte ma impreciso. Al 33′ trema l’Udinese: Karnezis respinge un tiro in diagonale di Mitrita, l’azione prosegue e Cerri segna, ma e’ in fuorigioco.

Al 35′ primo giallo della gara: Hallfredsson commette fallo su Mitrita e Celi lo annota tra i “cattivi”. All’elenco si aggiungono quasi subito Bruno e Danilo. Il Pescara tenta il forcing prima del riposo ma non riesce a creare problemi. Dopo due minuti di recupero Celi manda le squadre negli spogliatoi.

Le squadre tornano in campo e c’e’ subito la novita’ Muntari nel Pescara al posto di Verre. E’ il secondo cambio di Zeman. Al 48′ Jankto spara alto di sinistro un assist di Hallfredsson sul secondo palo. Dall’asse Hallfredsson – Jankto nasce il raddoppio dell’Udinese al 51′. L’islandese conquista un calcio di punizione per un entrata a forbice di Muntari. Eseguito alla perfezione lo schema, Hallfredsson finta il tiro poi pennella in area per Jankto, tiro incrociato del ceco e palla nel sacco.

Il Pescara reagisce con nervosismo, Bovo si becca un giallo per un’entrata su Zapata. L’Udinese affonda i colpi e trova il gol che chiude la partita. Minuto 55: Jankto confeziona il secondo assist di giornata, palla in area a Thereau in zona dischetto, tiro dell’attaccante e niente da fare per Bizzarri, tradito anche da una deviazione di Bovo. Al 64′ Zeman esaurisce i cambi richiamando in panchina Mitrita per Kastanos. Il primo cambio per Delneri arriva al 70′ con l’avvicendamento a centrocampo tra Hallfredsson e Kums.

Samir al 71′ cerca fortuna con una botta di sinistro dalla distanza, palla a lato. Risponde un minuto dopo il Pescara con Cerri che spedisce a lato un destro dal fuori area. Secondo cambio nell’Udinse, entra Gabriel Silva ed esce Thereau, siamo al 73′. Al 76′ scontro Karnezis – Cerri, il portiere greco ha la peggio e deve lasciare il campo, entra Scuffet. La diagnosi per Karnezis parla di lussazione del quinto dito della mano destra.

Il Pescara prova a rendere meno amara la sconfitta e ci riesce all’ 83′ con Muntari che firma di destro il classico gol dell’ex. Gabriel Silva si fa ammonire all’85’ per simulazione. Non sara’ l’ultimo perche’ Celi al 94′ estrae il giallo per punire De Paul. Non succede piu’ niente, dopo sei minuti di recupero Celi manda le squadre negli spogliatoi. Vittoria importante perche’ Pescara poteva nascondere insidie. Invece l’Udinese sembra aver ritrovato la giusta condizione per affrontare il resto del campionato senza cali di tensione a prescindere dall’avversario. (Fonte Udinese.it)