Cuttini: “Affrontiamo la Domovip a testa alta”

martignacco5L‘Itas Città Fiera si prepara al secondo derby consecutivo che la vedrà opposta questa volta alla Domovip Porcia, domenica 19 aprile alle ore 17 nella penultima partita interna della stagione.

All’andata, il 21 dicembre scorso, la Domovip si era aggiudicata in casa la sfida con il punteggio di 3-1 ed ora è seconda in classifica a 49 punti, mentre l’Itas Città Fiera è ottava a 34 punti seguita a quota 32 dalla Service Med e dalla stessa sua ultima avversaria, l’Atomat, entrambe con una partita in meno che recupereranno mercoledì 15 aprile, dopodomani. E proprio dell’ultimo incontro con l’Atomat Volley Udine terminato 3-1 e del secondo set da record conclusosi con il punteggio di 40-38 dopo ben 47 minuti di gioco, ancora si parla a Martignacco alla ripresa degli allenamenti.

Il Presidente della Polisportiva Libertas Martignacco, Bernardino Ceccarelli, ha rilevato che la “Società è ad un tempo contenta e dispiaciuta per la prestazione della squadra, rispettivamente per il fatto di averla vista reagire bene anche quando si trovava in difficoltà e sotto di qualche punto e d’altro canto perché sembra non mettere in pratica quanto ripetuto da inizio stagione in merito agli errori dopo il ventesimo punto e ancor più dopo il 24.mo, che nel 90 per cento dei casi compromettono il set. L’impegno è lodevole – ha sottolineato – ma se poi le fatiche si sprecano è davvero un peccato. Per il prossimo impegno con la Domovip – ha detto ancora Ceccarelli – tenuto conto che all’andata qualche atleta non era al meglio delle condizioni e che ora sono tutte in salute, la speranza è che mantenendo la mente libera dalla necessità di far punti a tutti i costi, grazie alla salvezza raggiunta, si possa assistere ad una prestazione maiuscola”.

Il tecnico Jacopo Cuttini è da parte sua assolutamente soddisfatto della prestazione della squadra a Udine ed in particolare della “prestazione eccezionale nel secondo set da record, in cui le ragazze hanno tenuto testa per 47 minuti a giocatrici più esperte. Martignacco – ha ricordato l’allenatore – aveva in formazione anche giovani come Romano e Rucli, alle prime esperienze e di questo – ha sottolineato – non posso che essere orgoglioso. Certo dispiace per il terzo set, in cui le avversarie erano accese dall’entusiasmo, mentre a noi sono mancate le energie, anche nervose, spese nel parziale precedente. Bene, invece, il quarto set combattuto fino al termine e considerata la media delle nostre prestazioni fuori casa, avendo vinto il primo set e avendo sempre giocato a testa alta, c’è nel complesso da essere soddisfatti. Con la salvezza acquisita – ha proseguito Cuttini – avendo la possibilità di giocare con tutta la rosa lo faremo, perché tutte meritano davvero di giocare e in base alle condizioni in settimana si disporranno e si ruoteranno in campo. Con la Domovip, che a gennaio si è rafforzata per puntare alla promozione, l’obiettivo è di non farsi travolgere e di riuscire almeno a tratti di competere con loro: abbiamo, forse se non la forza, almeno la tranquillità per riuscirci, quindi proveremo di sicuro a fare una bella partita”.