Arta Terme, la salvezza è vicina. Ancora un Real-scivolone

La formazione dell'Arta Terme
La formazione dell’Arta Terme

Se la lotta fosse per il secondo posto, non si potrebbe certo dire che nella Prima categoria del campionato carnico manchi lo spettacolo. I giochi per il primo posto continuano però ad essere pressoché fatti con il Cedarchis che, anche quando non vince, può dormire sonni tranquilli, visto che le avversarie sono impegnate a rubarsi punti a vicenda. E così il pareggio della capolista nella tana dei Mobilieri, con vantaggio dei padroni di casa con Vidali, e pari di Granzotti a tempo abbondantemente scaduto, passa decisamente in secondo piano.

Alle spalle dei giallorossi, c’è ora un trio, staccato di otto lunghezze e composto da Ovarese, Fus-ca e Cavazzo. Il Fus-ca è andato a vincere sul campo del Pontebbana per 2-1 (a segno Cacitti e Paschin per gli ospiti, Tonin Corte per i padroni di casa), mentre le altre due si sono annullate a vicenda chiudendo sull’1-1 lo scontro diretto con reti di Burba e Gonano.

Il Villa batte 3-1 la Moggese: grande protagonista Iob che con una doppietta ribalta l’iniziale vantaggio ospite firmato Marcon; di De Prophetis la terza rete dell’undici di Barburini, che così aggancia in classifica la Folgore, battuta 2-1 a Trasaghis con reti di Martarello e Stocco per i biancoverdi, e di Fachin per gli ospiti.

Importante successo in chiave salvezza per l’Arta Terme che batte 3-1 il Bordano e si tiene ben lontano dalle sabbie mobili: a segno De Barba per i rossoneri, Giarle, Belgrado e Adami per l’undici di Mauro Di Lena. Infine, nuovo scivolone del Real Ic, battuto per 3-1 dal Paluzza. Partono bene i padroni di casa con il vantaggio di Scarsini che si rivela però un semplice fuoco di paglia. I nerazzurri ribaltano tutto, infatti, con le reti di Ivancea, Moser e Zammarchi.