Calcio A 5 – Il Maccan Prata soffre ma regola l’Udine City

Soffre più del previsto il Maccan Prata, ma alla fine riesce a portare a casa i tre punti contro l’Udine City. Tre punti fondamentali, che complici i ko di Pordenone e Arzignano sanciscono il ritorno in vetta con la sola compagnia del Cornedo1-0 il finale dell’incontro, piuttosto inusuale per un match di calcio a 5, eppure più che sufficiente al successo finale.

A decidere l’incontro è stata una zampata di Giannattasio poco prima di metà ripresa (27’45’’): un puntuale inserimento, a capitalizzare un corner di Grandinetti. Solo allora il muro edificato dell’Udine City, tutto sommato accorta nelle chiusure e difesa fra i pali da un ottimo Tomasino, si è incrinato. Nel mezzo, tanto, tantissimo possesso a tinte giallonere; e tante, tantissime occasioni sciupate. In altre parole, il quintetto di mister Andrea Sabalino, peraltro privo dello squalificato Zocchi e dell’infortunato Mazzuca, ha fatto il suo dovere, peccando però enormemente in fase di concretizzazione.

Onore, ad ogni modo, all’Udine City, che certo ha dimostrato di non meritare affatto la bassa classifica in cui langue. In più di un’occasione i ragazzi di Tita Pittini hanno messo i brividi al Maccan: emblematico il rigore parato da Morassi a Osso Armellino a 10’38’’, certo non l’unico episodio in cui l’estremo giallonero si è distinto. Anche per questo al termine, la sirena è suonata come una liberazione, nonostante la superiorità numerica dell’ultimo minuto (rosso a Turolo a 29’12’’).