Calcio A 5 – Maccan Prata, l’Arzignano sarà un banco di prova

Si chiude il capitolo matricole, per il Maccan Prata, e si chiude, forse, con la più ostica di tutte. I gialloneri, che per una curiosa fatalità in questo avvio di campionato hanno affrontato una dopo l’altra tutte le neopromosse – con la sola eccezione, alla prima, della ripescata Atesina –, saranno di scena a partire dalle 15 di domani al PalaTezze di Tezze sul Brenta (Vi), sul parquet dell’Arzignano Team.

Mister Andrea Sabalino non ha dubbi. «Sarà assolutamente un banco di prova – incalza –, dove testare maturità, concentrazione, applicazione e consapevolezza che possiamo giocarcela assolutamente con chiunque senza problemi». Neofita della categoria, eppure attrezzatissimo, l’Arzignano ha diverse frecce al proprio arco, a partire dal proprio allenatore/giocatore Pablo Ranieri, passando per altri pezzi grossi come Murga, Tres e Matheus. «Giocatori di categoria superiore – spiega ancora Sabalino –, di qualità immense: noi cercheremo di sopperire con la nostra intensità, la nostra voglia e la nostra applicazione a tutte queste loro caratteristiche». Pur in difetto di materiale per una completa video-analisi, il tecnico ha le idee chiare. «Dobbiamo leggere le loro giocate e contrastarli in questo modo – conclude –. A me interessa soprattutto vedere una prestazione di carattere e tornare a casa senza alcun rimpianto».

Ancora improbabile l’impiego in campo di Mazzuca, che già aveva saltato la gara interna con l’Udine City per un problema al piede accusato nel match col Nervesa, a rientrare nei ranghi sarà Zocchi, che ha scontato la squalifica. Arbitri dell’incontro il modenese Mirko Cino e il biellese Alessandro Botta, col patavino Marco Mezzarobba addetto al cronometro.