Calcio a 5 – Il Maccan concede il bis: 4-1 anche al Miti

È un ritorno vincente quello del Maccan nel suo PalaPrata. Di fronte al proprio pubblico, i gialloneri concedono il bis dopo il successo esterno all’esordio sul campo del Cornedo, battendo 3-1 il Miti Vicinalis. Un successo in rimonta, deciso già nei primi 20’ dopo una brusca partenza, al termine di una gara ben gestita dagli uomini di Sbisà, seppure senza brillare.

L’avvio, ad ogni modo, è del Miti. Dopo 17’’ la difesa giallonera è sorpresa: Laino ne approfitta alla grande, incrociando sull’uscita di Boin. Ci vogliono poi più di tre minuti perché i padroni di casa inizino a carburare, peraltro rischiando a 2’43’’ su un contropiede biancorosso (strepitoso Boin nel doppio intervento sull’ex Otero e su De Zen). Il pari arriva così a 3’24’’, quando una conclusione dal limite di Štendler è sporcata da un tocco difensivo, che la indirizza precisa nell’angolino alla sinistra di Silvestrin.

Da lì in poi le occasioni fioccano. A 3’42’’ Silvestrin è bravo su Quinellato, ripetendosi a 6’37’’ in spaccata su Guandeline. A 7’34’’ è clamoroso il tap-in alle stelle di Contin, mentre a 8’02’’ ci pensa la traversa a salvare il Miti su una botta di Štendler. Per il sorpasso serve così un piazzato di capitan Buriola, che a 11’15’’ dopo aver preso fallo a un metro dal limite timbra lui stesso la seconda marcatura giallonera, al ritorno in campo dopo più di otto mesi dall’infortunio al ginocchio. Il tris arriva poi a 14’44’’ con Štendller bravo a ribattere in rete una respinta di Silvestrin su Spatafora.

Senza soluzioni, Peruzzetto azzarda subito il portiere di movimento con Ferrer, ma senza effetto. Ad essere protagonista è invece suo malgrado l’estremo di ruolo Silvestrin, prima con un salvataggio sulla linea (roba da goal-line technology) e poi per un brutto infortunio occorsogli in un contrasto a tre con Contin e col compagno Genovese: il numero 12 biancorosso resta a terra per una ginocchiata al volto e il gioco rimane fermo per una mezzora fino all’intervento dei sanitari del 118. Sostituito da Mabchor, Silvestrin esce fra gli applausi del PalaPrata e un corale augurio di pronta guarigione.

Seguono minuti piuttosto statici, col Maccan chiuso a difendersi e il Miti a provare uno sterile forcing. Boin vola un paio di volte a difendere la propria porta, prima sullo stesso Mabchor (13’) e poi su Laino (16’). La chiosa la mette ancora una volta Štendler, fermando Laino a centrocampo e bruciandolo sulla corsa per insaccare a 2’’ dalla sirena.

Di seguito il tabellino e la cronaca dettagliata.

MACCAN PRATA 4
MITI VICINALIS 1
MACCAN PRATA Boin e Azzalin (portieri), Guandeline, Simone Zecchinello, Simone Azzalin, Quinellato, Buriola, Štendler, Spatafora, Douglas, Contin, Davide Zecchinello. All. Sbisà.
MITI VICINALIS Silvestrin e Mabchor (portieri), Vendrame, Otero, Wade, Genovese, Laino, De Zen, Linero, Ferrer, Zuliani, Cescon. All. Peruzzetto.
Arbitri Salmoiraghi di Bologna e Coviello di Pisa; cronometrista Zandegiacomo Copetin di Maniago.
Marcatori A 00’17’’ Laino, a 03’24’’ e 14’44’’ Štendler, a 11’15’’ Buriola; nella ripresa, a 19’58’’ Štendler.
Note Ammoniti Wade, Vendrame, Laino, Genovese. Tiri liberi 0/0 e 0/0.