Calcio A 5 – L’Udine City stende l’Atletico Nervesa 5-3

Terzo successo di fila della formazione di Pittini che, pur priva di Sironi, Stendler e Osso Armellino, piega l’Atletico Nervesa: 5 – 3. Tripletta di Chtioui (arrivato a 10 gol personali), a segno anche Della Bianca e Martinez Rivero

UDINE CITY – ATLETICO NERVESA 2014   5 – 3  (4’18”,10’59” e 13’55” st Chtioui, 6’13” Imamovic, 17’55” Tenderini, 2’14” st Della Bianca (rigore), 7’37”st Martinez Rivero, 18’51”st Tenderini)

UDINE CITY: Tomasino, Ianesi, Martinez Rivero, Turolo, Della Bianca, Chtioui, Stendler, Sansica, Barile, Goranovic, Mattiussi, Agrizzi. Allenatore: Pittini.

ATLETICO NERVESA 2014: Zambon, Youseff Goudadi, Casagrande, Youness Goudadi, Spatafora, Lirigzon, Imamovic, Bortolini, Tenderini, Bellomo, Decrescenzo, Kharbouch. Allenatore: Regondi.

Arbitro 1: Di Girolamo di Milano. Arbitro 2: Lodi di Crema. Cronometrista: Kreso di Trieste.

AMMONITI: Martinez Rivero, Decrescenzo, Barile, Bortolini, Sansica, Spatafora

Tiri Liberi: 0/0, 0/1.

LA CRONACA – Continua il momento magico dell’Udine City, alla sua terza vittoria consecutiva. Vittima della formazione di Tita Pittini è stavolta l’Atletico Nervesa: al termine di una gara godibile, intensa e spigolosetta (sei i cartellini gialli), però mai oltre i  confini della correttezza, Della Bianca e soci “spengono” un avversario ambizioso e ben organizzato. Ma Barile e soci, in questa fase della stagione, hanno qualcosa in più (in meno, al momento, gli acciaccati Stendler, Osso Armellino e Sironi: scusate se è poco!) e continuano ad immagazzinare punti pesanti in funzione salvezza (ma si potrebbe pure sottolineare che la zona play – off è ad lunghezza soltanto: non è stato di ubriachezza non molesta, lo dice la classifica…).

In avvio, i veneti lasciano il pallino del gioco all’Udine City, abile a creare qualche occasione – non concretizzata – con Barile, Della Bianca e Chtioui. Poi l’ex Virtus Corno firma il vantaggio su assist di Barile (azione innescata da un intelligente recupero di Goranovic). La replica immediata degli ospiti garantisce il pari di Imamovic, ma Chtioui va per il raddoppio con un pregevole cucchiaio che inganna Decrescenzo. La frazione termina comunque in parità: la firma è di Tenderini, che sigilla una manovra avvolgente. La ripresa si apre con un chiaro intervento falloso di Decrescenzo (che andrebbe espulso…) sullo scatenato Chtioui: Della Bianca trasforma il rigore con una “legnata” che spacca la rete.

La gara rimane in equilibrio sino a quando una fulminea ripartenza permette a Martinez Rivero – freddissimo come un veterano, il giovanotto classe 2002 – di calare il poker. Il Nervesa si affida allora al portiere di movimento e il vero scudo è Barile che, per due volte consecutive nel giro di pochi secondi, si sostituisce ad un peraltro impeccabile Tomasino. E, a poco meno di 6’ dal termine, Chtioui completa l’opera: sono già 10 (seconda tripletta in sette giorni) i bersagli stagionali per l’ex Virtus Corno. Tomasino devitalizza, infine, un tiro libero a Spatafora; cosi l’ultimo “graffio” di Tenderini vale solo per le statistiche.

Un ‘altra grande vittoria ma, se non conquisteremo altri tre punti sabato prossimo a Bolzano (contro il fanalino Atesina, ndr), non sarà servita a niente – ruggisce il “totem” Goranovicperciò pensiamo ad allenarci bene in settimana e cerchiamo di continuare la serie”.

LA CLASSIFICA (dopo 8 giornate): Bubi Merano punti 20, Arzignano 16, Cornedo e Pordenone 15, Atletico Nervesa, Sedico e Maccan 13, Udine City 12, Rovereto e Canottieri Belluno 9, Palmanova e Atesina 3.