Calcio A 5 – Maccan beffato a 5″ dalla sirena: coi Canottieri è 4-4

Foto Dozzi

Che beffa al PalaPrata! Sfuma a 5” dalla sirena il ritorno al successo del Maccan, fermato allo scadere sul 4-4 dai Canottieri Belluno nel recupero dell’8^ di ritorno. Una gara che i gialloneri interpretano per larghi tratti alla perfezione, con il cinismo giusto in proiezione offensiva e l’accortezza adeguata nella propria trequarti.

L’avvio, in particolare, è dirompente. Calcio d’inizio, palla in avanti e repentino vantaggio di Owen su appoggio di Chavez dopo appena 12”. È il gol che decide precocemente i primi 20′, che per il resto il Maccan disputa perlopiù chiuso nella propria metà campo a contenere le sfuriate bellunesi. Gli uomini di Sbisà sono però bravissimi a non concedere spazio all’interno della propria area, limitando quindi gli avversari unicamente a conclusioni dalla distanza, su cui Azzalin è sempre attento. Solo a metà frazione Reolon sfiora il pari sottoporta, sparando alle stelle il piattone del più facile dei tap-in, mentre a 19’20” Chavez si fa respingere da Del Prete il tiro libero del possibile raddoppio.

Raddoppio che arriva invece ad inizio ripresa, al culmine di un contropiede perfetto: ancora di Owen la zampata decisiva, su assist illuminante di Ayose. Pur continuando a tenere le redini dell’incontro, il Belluno accusa lungamente il colpo, faticando a tornare a riproporsi dopo essersi tanto speso a tessere alla ricerca del pari. Solo a 12’23” il quintetto ospite riesce a riemergere con un acuto individuale di Moreno, a segno con un preciso diagonale dalla destra. È la rete che lancia gli uomini di Bortolini (in tribuna per squalifica), la cui carica è tuttavia nuovamente smorzata dal gol di Chavez a 14’49”, propiziato ancora una volta da Ayose.

Il Belluno allora si gioca il tutto per tutto, alzando Savi a portiere di movimento. Succede di tutto al 17′: Gheno accorcia nuovamente a 16’22”, quindi Camilla riallarga la forbice a 16’45” (altro assist di Ayose), ma ancora Moreno torna a ridurre al minimo il divario. I minuti scorrono e pare ormai fatta. Poi, a 6” dal termine, gli ospiti guadagnano una rimessa che vale l’ultimo assalto: sulla battuta irrompe Moreno, che ripristina beffardamente per la sirena finale un equilibrio che in precedenza era durato pochissimo. Finisce 4-4, in altre parole, un match in cui il Maccan ha condotto il parziale per 39’43” dei 40” di gioco.