La New Team vince un match infernale contro il Toniolo

La formazione della New Team
La formazione della New Team

Una New Team perfetta espugna il campo del Toniolo in una gara fortemente condizionata da episodi decisamente spiacevoli che hanno coinvolto l’allenatore della formazione meneghina Sau, reo di aver minacciato il direttore di gara.

I biancoazzurri sono stati ammirevoli rispondendo con estremo autocontrollo e civiltà, all’accoglienza ben poco sportiva offerta dal pubblico avversario. Con questa vittoria, i ragazzi di Asquini sono matematicamente qualificati ai play-off, ma il primo posto dista solo tre punti, e sono dunque tornati ad essere leciti i sogni di gloria.

Il match si accende subito con la rete di Zaninetti dopo 1’34’’. Due minuti dopo la New Team pareggia con Halimi. L’espulsione per fallo di reazione di Zaninetti su Quinellato dà la possibilità ai sanvitesi di sfruttare la superiorità numerica e di portarsi in vantaggio proprio con l’italo-brasiliano. Il Toniolo pareggia su rigore con Nunes, ma la New Team torna subito avanti con Siviero e allunga con Halimi.

Nel secondo tempo Battaia prova a riportare in partita i lombardi ma l’autogol di Spampinato e la rete di Siviero ridanno sicurezza ad una New Team padrona del campo. Parenti entra malamente su Mordej e c’è la seconda espulsione del match per i meneghini. Da lì è una gara a senso unico con la rete di Spatafora e la doppietta di Mordej. In mezzo la seconda rete personale di Battaia.