Lo Star Five è gia un missile Maniago e Brn senza limiti

 

calcetto
Ottima stagione per la matricola Star Five, già ai vertici del campionato di Serie C1

Lo Star Five tenta la fuga al vertice del campionato di serie C1 di calcio a 5; la matricola di lusso del presidente Petriccione sgretola nello scontro al vertice la Mediterranea con un perentorio 7-2 e rinsalda dunque la propria posizione. Un match già in archivio nel primo tempo chiuso avanti per 5-1 grazie alle reti di De Crescenzo, Capane, Osmenai e Truppo, ed amministrato nella ripresa. Gli ospiti, a parziale giustificazione, hanno pagato le assenze pesanti di Dindo e Ferrazzo, oltre al clima non certo tranquillo che regna nell’ambiente, oltre ai pochi allenamenti nelle gambe. Mediterranea, solo un fuoco di paglia? Lo dirà il campo. Continuano invece a sorprendere Brn Lauzacco e Maniago, appaiate a -3 dalla Star Five; entrambe soffrono, ma vincono nei minuti finali dimostrando un temperamento da alta classifica. A Lauzacco l’Adriatica, in costante crescita, tiene testa ai padroni di casa fino al 2-2 parziale (Del Mestre ed Ermacora per i locali, Santoro e Damonte per gli ospiti) salvo crollare negli ultimi minuti sotto i colpi di Urdini e Biondini; a Maniago ci pensa con una doppietta l’ex Pordenone Grisostolo a trovare la zampata vincente (2-1) dopo il vantaggio ospite con Ferman, spezzando l’equilibrio che era durato per gran parte del match: e la Torriana, dopo l’exploit di sette giorni con la Mediterranea, deve iniziare da capo la rincorsa alle zone nobili. A gonfie vele procede semmai i Palmanova: l’attacco bionico degli amaranto demolisce la Clark Udine: i ragazzi di Tirindelli, oltre all’imbarcata (1-11), ed al fatto di avere un attacco davvero anemico incassano pure due espulsioni. Tutto troppo facile per il team di mister Sabalino, con un Contin che tuona 5 volte e si porta nella classifica dei bomber a quota 19 marcature. In rete ci vanno anche Taviani, tre reti, Tecco, Vidussi ed Orsi.

Va male pure al CjarlinsMuzane, mai in partita con l’Udinese Futsal: la squadra di Michelutti si fa prendere pure dallo scoramento e viene infilzata senza pietà dai bianconeri (1-9) con Collauto, tripletta per lui, che fa la voce grossa assieme a Scuor e Buonocore (due reti), Snaidero e Carzitti (una rete); vittoria macchiata dall’infortunio capitato nel riscaldamento a Franklin, rottura del quinto metatarso del piede; lo rivedremo in campo nell’anno nuovo (in bocca la lupo!). Il Lignano non spreca l’occasione e mette sotto i giovani del Grado 2006: pur tra mille acciacchi la formazione dei fratelli Sica mette in campo esperienza da vendere e controlla l’avversario pungendo nei momenti giusti: Sotto rete poi si rivede finalmente Imazio che con 3 reti dà il colpo del ko agli avversari nel 7-2 finale.
Rientra Casarsa dalla squalifica ed il Manzano torna a vincere (4-3) sul campo difficile di una Partenope ora al terzo stop di fila; vantaggio locale ad inizio gara con Forte, pareggiato allo scadere proprio da Casarsa. Nella ripresa Quaino, ancora Casarsa e Zanuttini fanno pensare ad un match già chiuso, invece nei quattro minuti finali Kofol va a referto due volte, con Genna che a tempo scaduto toglie dalla riga di porta il possibile gola del pareggio. Seggiolai che ora si assestano a mezza classifica e che escono rinforzati da questo insidioso match: per la squadra di Clama, invece, è già tempo di correre ai ripari.