Maccan-Carrè/Chiuppano, Sbisà non firma per il pari

Il countdown ormai è agli sgoccioli: dopo quasi otto mesi di inattivitàdomenica 18 ottobre il Maccan Prata tornerà finalmente in campo per la prima gara ufficiale nel nuovo campionato di serie B nazionale. Un campionato che si preannuncia difficile ma al contempo avvincente, come già lascia intendere il primo incontro in programma. Per la prima al PalaPrata, infatti, ci sarà nientemeno che il Carrè/Chiuppano Alto Vicentino, club beffato in estate con la retrocessione in B per questioni burocratiche, dopo essersi lo scorso anno guadagnato sul campo il salto in A1.

Un esordio sicuramente in salita, ma mister Marco Sbisà non vuole lasciarsi intimorire. «Arriviamo all’incontro dopo una bella settimana di allenamenti – esordisce il tecnico –, in cui abbiamo lavorato bene e in cui chi nelle precedenti sedute aveva accusato qualche problemino ha recuperato. Non siamo al 100% della forma, ma questo è normale, visto che ci vogliono almeno un paio di gare per arrivarci. Di certo però siamo in una buona condizione fisica e dal punto di vista tattico stiamo crescendo, anche perché poi la tattica va anche di pari passo col fisico». La soddisfazione si riverbera poi anche nel gruppo-squadra, che agli occhi del mister si è amalgamato alla grande. «In poche settimane abbiamo creato un nucleo di giocatori coesi – prosegue –, che si divertono e stanno bene insieme. Abbiamo poi due leader importanti come Ayose e Štendler, ben identificati dal gruppo».

Unica incognita, sostiene Sbisà, l’aver fatto poche amichevoli, per svariati motivi. Ma sarà un’incognita anche per gli avversari, sui quali il tecnico non usa mezzi termini. «Una squadra singolarmente fortissima – prosegue –: se giocano tutti al 100% sarà effettivamente dura. Sappiamo che sono una delle candidate alla vittoria del campionato, per cui non abbiamo nulla da perdere. Però non firmerei mai per il pareggio, perché dopo otto mesi di stop da parte di tutti c’è una tale voglia e attesa che è come se andassimo a giocarci una finale: in altre parole, il livello emotivo e psicologico è importantissimo».

Ci sarà un solo assente all’incontro, vale a dire Cocchetto, sul quale è emersa una squalifica precedente al lockdown. Da Modena il duo arbitrale, composto da Olga De Giorgi e Mirko Cino, con il bassanese Mauro Bontorin al cronometro. Per l’accesso al PalaPrata, limitato a 97 posti, resta valido fino alle 23:59 di stanotte il link di prenotazione (https://forms.gle/CCbE6aC6vKqPtjCR9): per chi lo compilerà, domani mattina arriverà la conferma o meno della possibilità di presenziare all’incontro assieme a tutte le indicazioni del caso; per tutti gli altri, occorrerà invece attendere all’esterno della struttura nell’eventualità rimangano o si liberino dei posti nei 15′ precedenti all’inizio del match.