New Team eroica: vittoria anche col Sestu

New Team - SestuUna New Team eroica sbanca Sestu e torna dalla Sardegna con tre punti che profumano di serie A. Senza Mordej e Cujec agli Europei con la Slovenia, senza Spatafora infortunato, con in panchina Grinovero infortunatosi giovedì in allenamento e non utilizzabile, con Accattante acciaccato e praticamente non utilizzabile, con la necessità di tesserare il preparatore atletico Barile per non presentarsi con soli sei giocatori di movimento disponibili, la New Team arrivava alla gara più importante del campionato senza i favori del pronostico che di regola spetterebbero alla capolista e con l’obiettivo di limitare i danni.

Questo per gli avversari e per i terzi, non certo per mister Asquini e i suoi che hanno dimostrato una volta di più di essere un gruppo vero, che lavora da mesi in un’unica direzione e che nessuna assenza o problematica può intaccare lo spirito guerriero di questa squadra. Per dare il giusto segnale ai suoi il tecnico sceglie ancora di giocare in pressing nonostante i pochi effettivi a disposizione: un messaggio mandato ai suoi ragazzi e agli avversari di quella che voleva essere la partita dei friulani.

E in effetti l’atteggiamento è quello giusto: bastano 2’44’’ a Mazzariol per portare in vantaggio gli ospiti capitalizzando al meglio un assist di Teixeira direttamente da rimessa laterale. I biancazzurri sono spavaldi e sicuri delle proprie potenzialità, il Sestu è in difficoltà e al 6’53’’ è Teixeira a raddoppiare, sfruttando un assist geniale di Mazzariol che restituisce il favore al compagno. Il pressing della New Team è efficace anche se carica di falli i friulani, con Batata che al 17’22’’ commette il sesto fallo: sul dischetto del tiro libero si presenta Massa ma Alonso abbassa la saracinesca e dice di no al giocatore argentino.

Nella ripresa il Sestu prova subito ad avere più convinzione e al 5’55’’ da una palla persa malamente in fase difensiva arriva il gol che riapre la sfida ad opera di Puhl. I friulani potrebbero disunirsi e invece continuano il loro gioco con convinzione e nell’arco del 9’ incanalano la sfida sui binari voluti con due azioni da manuale: al 9’10’’ è capitan Mancini a triplicare e al 9’37’’ è Batata a calare il poker. Il mister dei padroni di casa Cocco ci prova con Massa portiere di movimento negli ultimi 10’ e la mossa dà i frutti sperati: al 14’33’’ Rocha riaccende le speranze locali e al 15’26’’ capitan Nurchi riapre la sfida col gol del 3-4. I friulani soffrono ma Alonso è insuperabile e a 3 secondi dalla sirena Mazzariol ruba palla allo stesso Nurchi e deposita nella porta vuota il definitivo 5-3.