Sabalino: “Dobbiamo valorizzare i vivai”

Andrea Sabalino, dirigente della New Team
Andrea Sabalino, dirigente della New Team

E’ già da diverso tempo operativo il gruppo tecnico della New Team capitanato da Andrea Sabalino per l’allestimento della rosa per la prossima stagione; voci di corridoio davano per certe alcune rinunce al massimo campionato nazionale, con seguenti disponibilità di ripescaggio che invece lo stesso Sabalino tende a sminuire: «Abbiamo valutato il discorso ripescaggio perché molte voci parlavano di almeno tre rinunce in serie A, ma sembra sia tutto rientrato e pare che tutte le squadre di A1 si iscrivano regolarmente quindi abbiamo deciso di allestire una squadra per la serie A2. Comunque stiamo alla finestra ed aspettiamo gli eventi».

Un Andrea Sabalino da Turriaco (Allenatore di primo livello calcio a 5, uno dei pochi in regione ndr) che per la prima volta ha vestito i panni di dirigente togliendosi la tuta da allenatore , a cui chiediamo una valutazione personale su questa nuova esperienza: «E’ stato un passaggio molto agevole – ci confida l’ex tecnico di Torriana, Five a Side, Adriatica e Palmanova -, anche perché sono stato molto sul campo e poco dietro la scrivania. Vedere allenamenti della prima squadra e dell’under 21 e confrontarmi in maniera propositiva con gli staff delle squadre è stato molto interessante e costruttivo. L’esperienza è stata certamente ottima, sono convinto che abbiamo fatto una buonissima stagione ed ora stiamo già lavorando per costruire una squadra che sappia migliorare la posizione di questa stagione».

Una stagione sopra le più rosee aspettative quella appena conclusa dalla New Team, matricola in A2 ma capace di raggiungere una semifinale di Coppa ed il terzo posto in campionato. E adesso quali sono le aspettative per il futuro? «Ottima stagione, direi un 9 per quello che siamo riusciti a raggiungere… Dobbiamo migliorare sotto molti aspetti, tra cui la professionalità che è indispensabile per stare ad alti livelli nel futsal. Gli obiettivi sono migliorarsi sempre e pertanto vincere il campionato di serie A2. Per costruire una squadra equilibrata credo che per la prossima stagione faremo qualche cambiamento, ma dobbiamo valutare tutte le componenti per non sbagliare, tra cui ultime le nuove normative che ci verranno imposte dalla Divisione».

Infine un occhio Sabalino lo volge al movimento regionale del calcio a 5: «Il mio punto di vista è che abbiamo perso molti anni rispetto ad altre regioni che hanno vincoli di età per i campionati regionali e settori giovanili che vanno dai primi calci agli juniores. Mi auguro che sempre più società, compresa la New Team, capiscano che i giovani sono i giocatori del futuro e pertanto si cerchi di farli crescere facendoli iniziare a giocare a futsal, senza prenderli a 25 anni dal calcio», conclude Sabalino.