Carnico – Il punto della settimana sui campionati

Sette bello del Cavazzo in Prima Categoria. A farne le spese è il Cedarchis che dopo mezz’ora è già sotto di cinque gol. Il Mobilieri, però, non molla e spazza via il Villa con un 5-3 senza repliche. Detto delle prime due l’interesse si sposta necessariamente nella lotta per non lasciare la categoria. Il Cercivento fa la sua parte contro il Fusca fanalino di coda e mette la freccia sull’Ovarese bloccata sul pareggio ad Imponzo ed affianca il Campagnola che non sa più vincere. Prima sconfitta per la Nuova Osoppo della gestione Gobbi che rimane a pari punti proprio dei Gemonesi e dei ragazzi di Moser. L’Amaro rimane infangato nella zona rossa ed anche in vantaggio di due reti ne prende quattro da un’Arta Terme che si mette al riparo da ogni pericolo.

 Due big match e due vittorie per le squadre di casa in Seconda Categoria. Ad uscire con i tre punti dal proprio campo sono state Sappada e Folgore nei confronti rispettivamente di Illegiana e Paluzza. I sappadini vanno sotto dopo 28’ ma nella ripresa la ribaltano con grande mattatore Riccardo Puntil. La squadra di Invillino, invece, deve ringraziare Esteban Falcon che con la sua doppietta rovescia il gol iniziale di Matteo Zammarche. La Velox rimane in scia ma non va oltre il pareggio a Trasaghis sponda Val del Lago ma il pubblico non si è certo annoiato visto il 4-4 finale. In zona retrocessione passo in avanti del Verzegnis che ha la meglio sul Tarvisio affiancando in classifica proprio i biancorossi di Sandro Menis ed il Lauco a cui è spettato il turno di riposo. La Stella Azzurra prova ad uscire dalla zona pericolo vincendo a Gemona contro l’Ardita. Per i fornesi si aprono sempre di più le porte della terza categoria. Terza categoria sempre più vicina anche per il Timaucleulis a cui non basterà il colpaccio con vittoria di Ravascletto.

Terza Categoria con la sorpresa che arriva dal “Tre fontane” di Forni di Sotto dove l’Audax, grazie alla rete di Claudio Corradazzi, batte l’Ancora. Ancora che rimane sempre prima in classifica ma dietro la lotta si fa sempre più serrata. L’Edera, infatti, vince a Moggio con la doppietta di De Caneva e supera il San Pietro che si fa infilare in cadore da Il Castello. La Viola si fa sotto ma la vittoria di Comeglians è stata più complicata del previsto. Occasione persa per il Val Resia che impatta sul pareggio a Priuso. L’unica partita che non ha niente  da dire vede la vittoria per 7-4 del Bordano sull’Ampezzo. (Simone Polentarutti)