Carnico – Il punto settimanale sui campionati

Una rete di Alessandro Radina a metà del primo tempo regala al Cedarchis la vittoria nel derby di Arta ed il consolidamento del terzo gradino del podio. Con il Cavazzo campione e sconfitto in casa della Pontebbana (4-3 per i ragazzi di casa) l’attenzione in Prima Categoria si sposta nella zona retrocessione. La Nuova Osoppo, nonostante la sconfitta contro il Villa (gol di tessari), si mette al riparo da ogni insidia. Questo perché il Campagnola non riesce ad avere la meglio sul Real (2-2 il risultato finale) rimanendo al penultimo posto affiancato dall’Amaro che vincendo in casa contro il Trasaghis mantiene aperta la speranza della permanenza in categoria. Gemonesi ed azzurri di Talotti distanziati di tre punti dal Cercivento (5-3 sull’Ovarese), a cui basta un punto nell’ultima giornata per una salvezza che sembrava insperata. Goleada, infine, del Mobilieri a Fusea in una partita che non aveva più niente da dire tra due squadre che stanno già programmando il futuro.

Il Sappada, dopo la promozione, si regala anche il primo posto in classifica. E così in Seconda Categoria si pensa alle due squadre che accompagneranno Puntil e soci nel salto di categoria. In ballo ci sono ben quattro formazioni a pari punti: Illegiana, Velox, Folgore e Paluzza. L’Illegiana vince lo scontro diretto contro la Velox, raggiungendo in classifica proprio i gialloblu di Paularo e la Folgore infilata da un Tarvisio che ottiene la salvezza. Il Paluzza non molla e dimostra la propria forza sulla malcapitata Stella Azzurra. A proposito di salvezza, il Verzegnis le prende dalla Val del Lago ma la permanenza in categoria dipende solo dai neroverdi. Infatti, con una vittoria all’ultima giornata sulla retrocessa Ardita uomini di Di Lena otterrebbero la salvezza, approfittando del turno di riposo proprio della Stella Azzurra. Il Lauco, infine, passa a Forni Avoltri e guadagna un altro anno in categoria.

In Terza Categoria è l’Ancora la prima squadra a festeggiare la promozione grazie al 3-1 sul Val Resia. Dietro Edera e Viola fanno sul serio vincendo rispettivamente contro Bordano ed Ampezzo. Più arretrato il San Pietro che si fa fermare in Cadore dalla Moggese che rimane fuori dalla bagarre. Per i veneti si fa complicata ma una fiammella di speranza rimane accesa. Nelle altre partite si divertono Audax ed Il Castello contro Comeglians e La Delizia.  (Simone Polentarutti)