Carnico – Il punto settimanale sui campionati

In Prima categoria distanza invariata in vetta dopo la prima giornata di ritorno. Il Cavazzo si sbarazza della Nuova Osoppo grazie alle reti di Sferragatta e Burba a cavallo dell’intervallo. Più complicata la vittoria del Mobilieri a Zuglio contro l’Arta. I “belli gialli” prima vanno in vantaggio con una sfortunata autorete di Farinati, poi subiscono la rimonta dei termali con Floreani e Merluzzi ma alla fine la portano a casa (doppietta di Luca Marsilio e singolo di Del Linz) e rimangono in scia dei campioni in carica.

Nella lotta per il terzo gradino del podio si vede per la prima volta in stagione il Villa vincente a Trasaghis per 3-1 ed avvicinandosi proprio ai bianco-verdi di MAnente. Scendendo nella zona rossa della classifica il passo più significativo lo fa la Pontebbana a spese del Real con gli uomini di Ortobelli che sembra abbiano mollato dopo essere stati vicinissimi a lottare per il titolo. Amaro e Ovarese si dividono la posta in palio ma ad essere delusa è la squadra di casa che si fa rimontare persino di tre reti. A Mazzolini e Candotti (doppietta) rispondono Boreanaz, Fruch e Josef Gloder. Desta tanta preoccupazione la situazione del Cercivento che deve arrendersi al Cedarchis solo al 95’ che con un gol di Petruzzi si mette nelle condizioni di giocarsi il girone di ritorno in tutta tranquillità. Rimane tranquillamente a metà classifica anche il Campagnola, la cui stagione è indecifrabile, che lascia un punto al Fusca ormai rassegnato a finire nella categoria inferiore.

In Seconda categoria a primeggiare c’è sempre il Sappada nonostante il pareggio contro il Lauco (si giocava a Rigolato). La doppietta di Puntil illude la squadra di Renzo Piller che si fa rimontare da Costa e Merluzzi. Pareggio che non incide sulla classifica di categoria. La Folgore, infatti, esce sconfitta dal proprio campo al cospetto di un Verzegnis quasi perfetto con mattatori Spilotti e Nicholas Di Lena. L’Illegiana, con la vittoria sul Tarvisio, si rifà sotto e torna a sognare la promozione.

Basta, invece, una rete dopo un minuto di gioco di Emanuele Ferigo alla Velox per avere la meglio sulla Stella Azzurra con i gemonesi sempre più in difficoltà ed i paularini ad un punto dalla terza piazza. Sempre in zona retrocessione rimane fermo al palo il Ravascletto sconfitto a Paluzza e per la squadra nero-azzurra di casa si aprono sipari interessanti. Detto del turno di riposo della Val del Lago, la maglia nera della cadetteria è sempre più nelle mani del Timauclulis che non fa punti neanche a Forni Avoltri. Al contrario, l’Ardita continua a crederci in una salvezza che fino a poco tempo fa sembrava impossibile.

La Terza categoria ha osservato un turno di riposo e tornerà in campo il 28 luglio. (Simone Polentarutti)