Carnico – Il punto settimanale sui campionati

La formazione dei Mobilieri (Foto Carnico.it)

Sempre lotta a due in Prima Categoria. E lo sarà fino al termine del campionato. Il Cavazzo stravince a Trasaghis (6-1) contro l’unica squadra che ha tolto punti ai campioni in carica. Il Mobilieri risponde battendo il Cercivento ed inguaiando la formazione di Moser. Dietro si gioca a chi fa meno punti. Il Real esce a testa bassa da osoppo dopo il 5-1 finale per gli osovani. Risultato favorevole a Cedarchis e Villa che con lo stesso punteggio (5-1) mettono KO rispettivamente Ovarese e Amaro. Per gli arancioni è un buon viatico per preparare al meglio la finale di coppa di mercoledì. In fondo alla classifica due punti persi dalla Pontebbana che in vantaggio di tre reti si fa rimontare dal fanalino di coda Fusca. Sagra del gol, infine, tra Arta e Campagnola, due squadre che non hanno più niente da chiedere alla stagione ed il 5-4 finale per i gemonesi ne è la dimostrazione.

Vincendo il testacoda contro il Timaucleulis, il Sappada continua a cullare il sogno della promozione. In Seconda categoria, però, niente è scontato. Basta mezzo passo falso per rimescolare tutte le carte. Le formazioni che inseguono escono tutte dai propri campi a punteggio pieno. In ordine Val del Lago, Verzegnis, Ravascletto e Lauco devono arrendersi a Folgore, Illegiana, Velox e Paluzza con cinque squadre per tre posti. Detto del turno di riposo dell’Ardita, il colpaccio lo fa la Stella Azzurra indovinando la partita perfetta contro il Tarvisio.

Terza categoria sempre nelle mani dell’Ancora che non ha problemi a sbarazzarsi del malcapitato Comeglians. A due lunghezze di distanza ottengono i tre punti anche San Pietro e Viola. I veneti vincono a Bordano grazie alla doppietta di Pellegrina intervallato dal singolo di Cesco nel 31 finale. La Viola, invece, tra le mura amiche non fa sconti all’Edera nello scontro diretto che può valere la promozione. Rimane attardata anche il Val Resia che impatta a reti bianche contro Il Castello. Nelle altre partite La Delizia schianta la Moggese, mentre all’Audax basta Craighero per portare a casa il derby di Ampezzo.  (Simone Polentarutti)