Carnico – Il punto settimanale sui campionati

Continua il testa a testa in Prima Categoria tra Cavazzo e Mobilieri che rimangono distanti tra di loro sempre di 5 punti. I viola vincono in scioltezza ad Amaro e sul tabellino figurano cinque marcatori diversi (Cescutti, Nait, Burba, Sferragatta e Dionisio). I Mobilieri, dal canto loro, in una gara sulla carta più impegnativa si sbarazzano del Cedarchis che rimane in partita fino ad un quarto dora dal termine. Scendendo in zona salvezza nello scontro diretto tra Ovarese e Campagnola la spunta la formazione di Beorchia grazie ad una tripletta di Boreanaz ed al singolo Clapiz che ribaltano la rete iniziale di Belgrado e risucchiano i gemonesi nella lotta per non lasciare la categoria.

Il colpo della giornata lo fa anche la Nuova Osoppo che con Gobbi in panchina vince la seconda partita consecutiva (a farne le spese è l’Arta Terme) e si avvicina ad una salvezza che sembrava quasi impossibile da raggiungere. Occasione sprecata, invece, per il Cercivento che impatta in casa propria contro una Pontebbana che si sta avvicinando alla tranquillità definitiva (a Del Bianco risponde un rigore di Tessitori). Non hanno più da dire niente in questa stagione Villa e Real che vede la vittoria degli arancioni di casa con le reti di Pochero e Tessari. Bene, invece, il Fusca che, con un piede e mezzo in cadetteria, porta via un punticino da Trasaghis. Punto che non fa fare grandi passi in avanti ma dà molto morale ai ragazzi di Brollo.

Con il Sappada ad osservare il turno di riposo, in Seconda Categoria si accende la lotta per le altre due posizioni che valgono la promozione con quattro squadre in due punti. Il colpaccio lo fa la Folgore che vince ad Illegio (rete di Falcon dopo 10’ di gioco) e supera in classifica proprio i neroverdi di Colosetti. Illegiana superata anche dal Paluzza che non ha difficoltà a sbarazzarsi dell’Ardita ed affiancata dalla Velox vittoriosa in casa proprio contro il fanalino di coda Timaucleulis. Scendendo nella zona pericolo buon punto guadagnato dalla Stella Azzurra contro la Val del Lago e permette ad entrambe le squadre di fare un passettino in avanti. Il Verzagnis, invece, perde a Ravascletto e rimane in piena bagarre per non lasciare la categoria insieme al Tarvisio la cui partita è stata sospesa per impraticabilità del campo sul risultato di 1-1.

Due partite rinviate in Terza Categoria e sono Ancora-Bordano e Val Resia-Comeglians. Con i primi della classe (Ancora) fermi non ne approfitta nessuna delle più dirette inseguitrici. Anzi, la classifica si accorcia come più non si potrebbe. Il San Pietro perde ad Enemonzo (3-1) mentre la Moggese, a cui la cura Marcon sta dando i suoi effetti, ha la meglio a Cavazzo contro la Viola e può sognare una promozione che ha dell’incredibile. L’Audax perde l’occasione di avvicinarsi al terzo posto pareggiando a casa de Il Castello ma una fiamma di speranza rimane sempre perché i cinque punti di distanza dal podio non sono incolmabili. Nell’ultima gara della domenica vede La Delizia vittoriosa in goleada nel derby contro l’Ampezzo. (Simone Polentarutti)