Calcio Donne – Il Tavagnacco vuole stupire

Presentata la squadra al via della serie cadetta: domenica la prima sfida casalinga con il Cesena. Mister Marco Rossi: “Ci hanno messo in terza fascia, ma non sono d’accordo. Valiamo di più e lo dimostreremo”. Rebus Martinelli (Continuerà a giocare? Abbandona?), Tuttino sempre sul pezzo e capitana, arriverà ancora un attaccante

Riparte, in stato di semi clandestinità (anche se le gare dovrebbero essere trasmesse dalla piattaforma Eleven Sports), il campionato di calcio femminile di serie B. E il Tavagnacco, scivolato in seconda lega al termine della controversa stagione 2019/2020, è comunque sempre lì – dopo il quinto posto ottenuto nell’ultimo torneo – ai nastri di partenza. Dal management, riguardo a precisi obbiettivi, alla presentazione ufficiale di stamane, presso la sala “Feruglio” del comune (sita a Feletto), non si è fatto il minimo cenno. Immutate rimangono però la passione e lo spirito con il quale le gialloblu affronteranno la nuova avventura. L’esordio è previsto per dopodomani, domenica 12 settembre (alle ore 15) sul rettangolo di Via Tolmezzo (mentre la Primavera ha trovato ospitalità a Remanzacco, ndr), avversario il Cesena. Al match non parteciperà Federica Veritti, appiedata da una squalifica.

BUONI PROPOSITI. Solo due giornalisti, purtroppo (facile esserci in tempi di Champions…), ma importanti personalità alla vernice della squadra. “Siamo onorati che il nome di Tavagnacco viaggi in tutta Italia per merito delle nostre calciatrici – ha detto il sindaco Moreno Lirutti – andiamo avanti a testa alta, anche se ogni tanto si affrontano realtà e compagini con disponibilità economiche superiori.” “Ripartiamo con il solito entusiasmo e molta gioventù – gli fa eco il presidentissimo (da 22 anni, ndr) Roberto Moroso – inoltre abbiamo una rosa di grande professionalità ed un eccellente staff tecnico che ci permetteranno di reggere l’urto.” “La Federazione ha a cuore le sorti del Tavagnacco – ha concluso il presidente regionale della Figc, Ermes Canciani – perché è la massima espressione del calcio in rosa in Friuli Venezia Giulia. Per quanto riguarda il movimento, però, c’è bisogno di progettualità a lungo termine, che sappia includere le scuole.”

LE AVVERSARIE. Il campionato si srotolerà in 26 gare complessive: dal 12 settembre, appunto, al 22 maggio 2022. Oltre alle udinesi, ai blocchi di partenza ci saranno pure Cesena, Roma, Palermo, Pro Sesto, Cortefranca, Pink Bari, Brescia, Sassari Torres, Como, Cittadella, Ravenna, Chievo Verona, San Marino. La prima sbarca in serie A, le ultime tre retrocedono in C.

IL MISTER. Confermato al timone Marco Rossi, subentrato nell’ ultimo poker di gare dello scorso torneo a Chiara Orlando ed arrivato al suo quarto capitolo gialloblu, con due consecutive (2013 e 2014, ndr) Coppe Italia in bacheca. “Stiamo lavorando da sei settimane – aggiorna il tecnico – il gruppo c’è, anche se si può e si deve sempre migliorare. Aspettiamo ancora una punta e vediamo se Martinelli si convince che può essere utile per un altro anno ancora.”

I “soloni” non vi assegnano grande credito. “Ci hanno piazzato in terza fascia, ma penso che siamo almeno da seconda. L’obbiettivo iniziale è quello di vincere più gare possibili, per guadagnare po’ di tranquillità. Verificando, passo dopo passo, sino a dove potremo arrivare…”

LA ROSA. E’ stata allestita nel segno della continuità: rispetto al 2020/2021, infatti, sono ben quattordici le giocatrici confermate. Guidate dalla veterana (classe 1983) Alessia Tuttino – la qualeindosserà pure la fascia di capitanae dall’altra protagonista degli anni ruggenti di serie A, Maria Zuliani. Da monitorare, come accennato, la posizione di Michela Martinelli. Domenica il navigato centrale sarà in tribuna e chissà che, in una fase successiva, non decida di trasferirsi di nuovo in campo…In organico figurano pure tre prodotti del settore giovanile: il portiere Alice Girardi, la centrocampista Debora Stella e il talentuoso attaccante Camilla Pinatti. Due le novità assolute, i difensori Nicole Sciberras e Alice Rossi: la prima giunge in prestito dalla Juventus, la seconda dal Sassuolo. Da dove arriverà, pare nel giro di un paio di settimane – sempre con la formula del prestito – un ulteriore punta.

LO STAFF. Rossi sarà coadiuvato dal suo storico vice Alessandro Campi, dal preparatore dei portieri Vittorio Baccari e dal fisioterapista Alberto Zuliani. (r.z.)