Derby e vetta per la super Graphistudio

graphistudio tavagnacco1Con le unghie, con l’orgoglio e con la classe la Graphistudio Tavagnacco vince anche nel ritorno il derby del Friuli contro il Chiasiellis, e complice il rinvio di Carpisa Napoli e Torres, ritrova il comando in coabitazione del Brescia. E’ sufficiente una prodezza del pallone d’oro Alice Parisi per risolvere la delicata pratica del derby.

Il meteo, che non favorisce le geometrie gialloblu (campo pesante e fangoso), svolge un ruolo negativo sull’economia della partita. Rossi recupera dall’inizio Tuttino (dopo 3 partite), e deve fare a meno della sola Camporese squalificata, con Laterza che ritorna in panchina.

Dopo i primi dieci minuti di studio, con la squadra ospite partire col piglio giusto, la prima occasione che si registra al 12′ con una conclusione alta di Brumana. Al 15′ risposta avversaria con debole colpo di testa in area di Zanetti. La gara non decolla come si pensava, ma è sempre la formazione di casa quella che crea gioco e che ci prova maggiormente. Al 22′ ottima botta centrale da fuori che Zorzi allontana di pugno e sventa il corner, e sugli sviluppi, le tigrotte orchestrano una fulminea ripartenza con Zanon sull’out di sinistra, con Bischi che per una banale distrazione fa correre dei brividi a Penzo, ma le avversarie non sanno cogliere l’occasione. Le ragazze di Rossi continuano a macinare gioco e al 33′ un’azione personale di Bonetti non trova fortuna (rasoterra che non trova l’angolo alla sinistra di Zorzi). Primo tempo che termina sullo 0-0.

Nella ripresa, al 1′ forte punizione di Parisi che termina alta sopra la traversa. La Graphistudio aumenta il ritmo e va vicina al vantaggio, prima al 13′ con un tiro a mezz’altezza di Rodella (assist di prima di Zuliani) che lambisce il primo palo alla destra del portiere delle tigrotte e poi, al 17′ con Zuliani, il cui diagonale è troppo telefonato e poco “cattivo” e al 34’con la palla salvata sulla linea da Frizza, e in mischia, Rodella spara alto da posizione favorevole. Sono le prove al goal che arrivano al 36′ con la punizione centrale da fuori area di Parisi che s’infila nell’angolino alla destra del giovane portiere avversario. La stessa trentina si divora il bis in zona Cesarini. Alla fine è festa gialloblu per i tre punti che valgono la dodicesima vittoria di fila, la sesta senza subire reti.