Ci pensa San Marco

E’ il campionato juniores, bellezza! Campionato che si conferma capace di proporre colpi di scena in serie, vuoi perchè la categoria è serbatoio privilegiato delle prime squadre, vuoi perchè l’età facilita gli alti e bassi, nonchè i contrattempi assortiti. Sia come sia,

negli juniores provinciali udinesi nuove protagoniste sono salite alla ribalta. Cos», nel girone B adesso comanda la Pasianese, venuto a capo con difficoltà di un volitivo Riviera. Gli amaranto, del resto, sono scesi in campo privi di otto elementi della rosa base; è stato necessario convocare tre allievi, uno dei quali, Locatelli (schierato da punta), ha pure realizzato il gol del vantaggio. La squadra di Candusso reagiva, sartigliava 1-1, prima di capitolare a 20′ dalla fine, arrendendosi a un bel calcio di punizione. La Pasianese sabato difenderà lo scettro a Tarcento, contro una compagine chiamata a riscattare lo scivolone di Reana, subito schierando una squadra rimaneggiata. Anche i biancorossi, del resto, non erano al completo: “Non è stata una gara delle più esaltanti” racconta il dirigente della Reanese, Luciano Morandini. Ma dopo un primo tempo abbastanza equilibrato e conclusosi senza gol, i padroni di casa, spinti dal solito trascinatore, Mansutti (anche Fontanini si è fatto apprezzare), passavano in vantaggio grazie a un’autorete e poi affondavano i colpi, mettendo a frutto le doti realizzative del Sanchez biancorosso, il velocissimo San Marco, autore di una doppietta e con già 7 reti all’attivo. Da segnalare l’ottima direzione di gara del giovane Davide Benedetti.
Spicca, nel panorama della sesta d’andata, la prima debacle subita dalla giovane Nuova Sandanielese, incappata in un Flaibano concentrato e assai determinato: match deciso nel primo tempo, chiuso dai gialloneri avanti di due reti, e con i ragazzi di Persello incapaci di sviluppare il gioco scintillante ammirato nelle precedenti uscite. La Nuona Sandanielese sarà adesso attesa all’esame Rizzi, mentre il Flaibano disputerà la sfida di cartello del sabato, andando a far visita alla pericolosa Majanese, confermatasi sul campo del Mereto.
Nel girone C, che s’annuncia rebus in piena regola, brilla la stella del Fiumicello 2004, la nuova e solitaria capolista: i grigioverde, attesi da esami più probanti, hanno messo nuovamente sul tavolo le loro capacità offensive, maramaldeggiando a spese del 3 Stelle. La sesta d’andata s’è invece rivelata problematica per il Chiavris, rallentato da un apprezzabile Ruda, e ancor di più per il LavarianMortean, che sul rettangolo del San Gottardo ha rimediato un’altra delusione. Gli udinesi di Magnani, dal canto loro, si sono espressi su buoni ritmi, cercando caparbiamente il successo, conquistato grazie alla stoccata firmata nella ripresa da Dess»: la gara è stata davvero combattuta e non sono mancate neppure le scintille, durante la gara (espulso Frosutto) e pure al termine della stessa. Sarà interessante vedere la risposta dell’undici di Pittis, chiamato ad ospitare il Chiavris.
Fanno parte del vagone di testa pure il Varmo (blitz non agevole a Rivolto) e un Forum Julii venuto a capo 3-1 della temibile Serenissima. E anche la trasferta a Varmo potrà dare indicazioni importanti sui rapporti di forza di un girone ancora in un buona parte da decifrare.