Ehi Brugnera, altro che salvezza

Attenzione allo spiedo di Claudio Zanese! Il tecnico degli allievi del Brugnera, squadra rivelazione del campionato, fa gruppo anche prendendo la sua creatura per la gola: pollo allo spiedo, la specialità preferita, per festeggiare le vittorie, per preparare la prossima partita…

Quella gialloblù del resto è la classica isola felice del calcio regionale: merito della generosità del presidente Gino Silvestrin, del collegamento con il Tamai, di dirigenti, tecnici, genitori e ragazzi che hanno saputo dar vita all’ambiente ideale dove costruire qualcosa di unico. Al resto ” ossia a trasformare una squadra che puntava semplicemente alla salvezza in una sputafiamme” ci ha pensato il tecnico Claudio Zanese appunto, timoniere esperto, straordinario motivatore e creatore di gruppi. Il blocco della formazione che domenica proverà a scalare la montagna Ancona nella sfida al vertice del girone B, s’è cementato nel giro di 3-4 stagioni, fino a sbocciare in queste settimane, sfruttando anche inserimenti azzeccati. Sono arrivati il sontuoso 5-1 rifilato al San Luigi (“quasi non ci credevamo”, racconta divertito il responsabile del settore giovanile Walter Carpenè) e il blitz sul terreno della Sanvitese, un 3-1 già blindato nella prima mezz’ora, condita da tre reti. Il 4-4-2 di Zanese (che tra un mesetto dovrebbe recuperare anche l’infortunato centrocampista Riccardo Passatempo) propone una difesa tosta assai, che poco concede alle avversarie di turno; spicca in un contesto di elementi promettenti, il centravanti Grotto, attaccante potente e tecnico, completo insomma: il ragazzo ha tuonato anche a San Vito (gol lampo il suo), tanto per non perdere le buone abitudini. Su di lui hanno puntato i fari diversi club, ma la calamita Brugnera s’è dimostrata irresistibile. Domenica arriva dunque l’Ancona nella tana dei gialloblù, che preparano un’accoglienza degna di un’avversaria sin qui scintillante (gli 8 gol da ultimo rifilati al San Canzian non ha certo sorpreso gli addetti ai lavori): “Ce la metteremo tutta, sono convinto che i ragazzi disputeranno una grande partita. Ma se dovesse andar male, certo non ne faremo una malattia” sprizza entusiasmo e saggezza, Carpenè. Lo spiedone di Zanese è già pronto; chissà che stavolta non infilzi, oltre al solito pollo, anche la corazzata udinese….
Ci vorra un’impresa, a giudicare da quello che stano facendo vedere i ragazzi di Candon, capaci di inanellare nove successi di fila e di subire una sola rete nelle ultime sei uscite. Non fa troppo testo la gara disputata a San Canzian d’Isonzo, con i rossoneri che hanno reso più agevole la goleada dell’Ancona (Piovesan ne ha segnati quattro) praticando un fuorigioco che, contro avversari del genere, diventa decisamente un’arma a doppio taglio. L’Ancona ha qualche punto debole?