Gurgu e Facca danno i tre punti agli Juniores di Pecile

041A2860L’aria di casa, quella pordenonese, fa evidentemente bene ai baby Gurgu (giocatore del Torre) e Facca (Fontanafredda) che sul terreno di Tamai rompono l’incantesimo della formazione Juniores. I ragazzi di Gabriele Pecile, dopo il pareggio dell’esordio con l’Emilia Romagna, brindano al primo successo nel Torneo delle Regioni mandando al tappeto l’Abruzzo, si avvicinano alla qualificazione ai quarti di finale – obiettivo minimo dichiarato dal tecnico regionale prima dell’inizio della manifestazione – e chiudono la seconda gara consecutiva senza subire reti a dimostrazione di come, probabilmente, la terza linea sia il reparto che più degli altri dimostra compattezza e affidabilità nei ragazzi di Pecile.

Al 17’ la prima offensiva azzurra, con Facca che salta Menna in area e dal vertice dell’area piccola allarga troppo il destro. Gli abruzzesi ci provano – al 24’ e al 30’ – con due punizioni di Torsellini, entrambe abbondantemente alte. L’intensità dell’incontro cresce sul finale di frazione: Al 31’ Gurgu incespica su un pallone di Facca e conclude debolmente a lato.

Poco male, altri sei minuti e il rasoterra della punta del Torre è vincente. Ceciliot recupera un pallone sulla sinistra e rimette al limite per il puntero di casa, il cui sinistro si infila a fil di palo dove Digifico non può proprio arrivarci.

La migliore occasione per il pari l’Abruzzo la spreca al 46’, quando su corner di Torsellini Stivaletta sparacchia alle stelle una respinta di Aiello: di fatto, è anche l’ultimo tentativo neroverde.La ripresa, per la selezione di Pecile, è infatti pura accademia. All’8’ Facca manca il raddoppio su assist di Gurgu con Digifico che gli chiude la sfera sui piedi. Al 16’ Politti guadagna il fondo e serve Gurgu sul primo palo: più facile segnare che sbagliare, ma la punta sceglie il difficile e si resta sull’1-0.

Al 26’ Del Riccio appoggia per l’accorrente Tawgui, che sfiora il primo palo. Infine, al 31’, il raddoppio di Facca su filtrante di Gurgu: il portiere abruzzese tocca con il tallone, ma non basta. E prima del fischio finale c’è tempo, ancora, per un ultimo sussulto: botta in corsa di Del Riccio al 39’, grande la risposta dell’estremo avversario che alza in corner.

Successo chiave, questo, per i ragazzi di casa. La classifica, infatti, adesso dice che il Fvg è primo della classe assieme all’Emilia Romagna – che ha sconfitto la Liguria – ma con un vantaggio nella differenza reti (+2 a +1). Un buon viatico per affrontare con fiducia l’ultima, decisiva, gara di domani pomeriggio proprio contro la Liguria, già fuori da ogni discorso qualificazione, in programma alle 16 a Corno di Rosazzo. (Fonte Figc Fvg)