Magia di Scheriani, l'Opicina vola

Con una magia di Scheriani l’Opicina batte il Domio e resta in vetta alla classifica a punteggio pieno. E’ stata un’autentica battaglia soprattutto grazie all’atteggiamento tattico attento dell’undici di Umek che non ha lasciato varchi e libertà di manovra agli avversari, capaci di trovare la rete del successo solo con un eurogol del proprio fatasista.

Massimo risultato con il minimo scarto, dunque, per un’ Opicina scesa in campo un po’ scarica visto il filotto di vittorie consecutive fin qui conseguito. L’atteggiamento dei suoi non è piaciuto nemmeno al tecnico Valentino Piran che comunque ha di che gioire guardando la classifica.
Per il Domio si tratta del secondo ko consecutivo, ma i passi in avanti rispetto alla brutta prestazione offerta contro il Sant’Andrea San Vito nel turno precedente sono stati evidenti, e già sabato contro lo Staranzano si potrebbero vedere finalmente capitalizzati gli enormi sforzi profusi.
Alle spalle della capolista c’è il Sant’Andrea San Vito che riesce a tenerne il passo vincendo in casa per 2-0 contro il fanalino di coda Isonzo. A regalare i tre punti alla squadra di Levi è stato il solito Tuntar che, prima, fallisce dal dischetto, poi, realizza la doppietta decisiva.
La vittoria però sarebbe potuta essere ben più larga se i padroni di casa avessero sfruttato le molte occasioni avute soprattutto nel primo tempo. Continua a stupire il Montebello Don Bosco che, vincendo per 4-1 sul campo dell’Esperia Anthares, ha messo a segno il quarto successo consecutivo. Con questa vittoria, ottenuta grazie alle doppiette di Andrejc e Mellone i salesiani di Edoardo Alessio stazionano ora stabilmente al quarto posto alle spalle dello Staranzano, uscito con i tre punti dal match interno contro il Chiarbola.
I triestini, andati a segno con una doppietta di Jeremic, hanno però avuto parecchio da ridire sull’operato dell’arbitro, reo di aver concesso ai bisiachi almeno due reti in presunta posizione di fuorigioco.
Gol a grappoli ed emozioni a non finire, invece, sul campo di Cormons: con la Cormonese avanti addirittura di tre reti, la Roianese ha saputo nella ripresa recuperare l’incontro andando in rete con Vascotto (doppietta), Ramondo e Nardin, autore del gol del 4-4 definitivo a pochi minuti dal termine.
Nel prossimo turno l’Opicina avrà la ghiotta opportunità di andare in fuga in caso di vittoria in casa dell’Isonzo, visto il contemporaneo turno di riposo del Sant’Andrea San Vito.