Luca Zufferli promosso alla CAN

Arriva una notizia molto attesa e lieta nel panorama calcistico del Friuli Venezia Giulia: l’arbitro della Sezione AIA di Udine, Luca Zufferli, è stato promosso alla Commissione Arbitri Nazionale (CAN). L’ufficialità è arrivata ieri, nel consueto annuncio dell’organico nazionale per la prossima stagione sportiva che avviene ogni primo luglio. Un traguardo che corona un’annata proficua per il fischietto friulano, classe 1990 e arbitro dal 2006, dopo aver esordito in Serie B in Vicenza-Reggiana dello scorso 10 maggio. Ora, quindi, militerà nel campionato cadetto, in attesa del grande salto verso quello maggiore.

Zufferli è stato promosso dopo 82 gare in Serie C, raggiungendo così il “veterano” triestino Piero Giacomelli e raccogliendo la “staffetta” dell’arbitro della Sezione di Pordenone Riccardo Ros. Il prossimo anno, infatti, non sarà più nell’organico nazionale, dopo aver diretto quattro gare in Serie A, il cui esordio risale a Chievo Verona-Bologna del 15 maggio 2016, e 104 in Serie B. “Ringrazio Riccardo per questi anni di passione e determinazione – ha commentato il Presidente del Comitato Regionale, Andrea Merlino – e per per portato in alto il nome degli arbitri del nostro territorio. Le mie congratulazioni, poi, a Luca, che ha raccolto i frutti di un lungo lavoro. Ora lo attenderanno molte altre soddisfazioni”.  

Il movimento regionale vede anche la conferma di Nicolò Marini, alfiere della Sezione di Trieste, alla Commissione Arbitri Nazionale per la Serie C. Per lui, infatti, è stata approvata la deroga per poter arbitrare anche la prossima stagione. Vengono invece dismessi dall’organico il fischietto della Sezione di Gradisca d’Isonzo, Nicola Donda; l’assistente Paolo Tricarico e l’osservatore della Sezione di Udine, Giorgio Bruni (tutti e tre per dimissioni). Per quanto riguarda il Calcio a 5, invece, si registra la dismissione dalla Commissione Nazionale anche dell’arbitro udinese Edoardo Naccari.

Infine, i quadri della Commissione per la Serie D sono stati posticipati, a causa del prorogarsi del campionato.