Maccan Prata, tre punti pesanti contro il Cornedo

Maccan Prata come Penelope, che fa e che disfa. Soffrendo, ma con determinazione, i gialloneri strappano i secondi tre punti di questo campionato, battendo 3-2 il Cornedo. Il tutto, al termine di 40’ stranissimi, con gli uomini di Salfa a scrivere il tabellino da soli. Già, perché anche le due reti dei vicentini, in realtà, sono autogol gialloneri. Non solo: la rete del definitivo vantaggio pratese, nella ripresa, porta la firma nientemeno che del portiere Bastini.

Non si è annoiato, insomma, il pubblico del PalaPrata. Se infatti il primo tempo si è dipanato all’insegna dell’equilibrio, per certi versi ingessato, a scaldare gli animi ci ha pensato l’autorete di João Teixeira a 13’45’’, con un colpo di testa sulla trequarti ad anticipare Bastini, che aveva chiamato il pallone per liberarlo: sfera che si impenna, piegando all’indietro verso i pali locali, per il vantaggio ospite. Quindi la ripresa, accesissima. A 4’11’’ Vulikic ha infilato il gol del pari in piena area su rimessa di Spatafora, rimettendo l’incontro sui binari giusti. Incontro che, 2’ dopo, pare invece deragliare, quando Štendler subisce fallo a centrocampo, accentuando forse la caduta: per il secondo arbitro Volonterio di Como, è simulazione, e il giallo è il secondo.

Dai successivi 2’ di superiorità numerica, tuttavia, il Cornedo non riesce a cavare il rinnovato vantaggio. Anzi, trascorso il breve purgatorio, il Maccan spicca il volo, nella modalità più beffarda. A 8’58’’ Bastini rilancia lungo: nessuno tocca e il collega Simone Boscaro, che se la vede all’ultimo, la sfiora d’istinto quel tanto che basta per firmare la sua condanna. 2-1 e gialloneri che paiono chiudere i conti a 10’52’’ con Vulikic: suo il rasoterra dalla sinistra, che si insacca sul secondo palo con una certa complicità del non impeccabile Boscaro. I minuti che seguono paiono infatti confermare anticipatamente il verdetto, se non fosse che il Cornedo, seppure all’ultimo, pare risvegliarsi. Complice il portiere di movimento – l’altro Boscaro, Giuliano –, a 17’51’’ arriva il 3-2: palla in area di Radujkovic, e piattone sfortunato di Bortolin, che insacca sotto l’incrocio opposto la seconda autorete di giornata. Ma per il pari, per i vicentini, è troppo tardi.