Passaporto ematico: l’iniziativa della Fondazione Polito

“David tra le nuvole” è un fumetto che si propone di raccontare tante storie in una sola. Quasi tutti i ragazzi italiani, e non solo, amano giocare a calcio e l’idea che proprio il calcio possa far stare male è uno dei dolori più grandi che un ragazzo possa conoscere in giovane età. La  Fondazione Polito, intende partire da quel dolore ma raccontare anche come superarlo, grazie all’attenzione per la propria salute e alla passione per la vita.

Il fumetto mira a sensibilizzare tutti all’approvazione e alla definitiva diffusione presso tutte le società sportive, agonistiche e non, del Passaporto ematico, progetto sostenuto da anni dall’Associazione prima e ora Fondazione “Fioravante Polito”, che ha coinvolto tanti protagonisti del mondo do del calcio, da Claudio Ranieri, Eugenio Corini, Eusebio di Francesco, Zdenek Zeman, Simone Inzaghi, Walter Mazzarri, Serse Cosmi, Marco Baroni, Il Presidente della Figc Gabrie Gravina e il Presidente del Frosinone Maurizio Stirpe a Sinisa Mihajlovic, con introduzione di Giovanni Malago’.

Lo spirito della Fondazione parte da un assunto: lo sport è lo strumento migliore per tenere sotto controllo e migliorare la propria salute, correndo, saltando, tirando un calcio ad un pallone, colpendo una pallina con la racchetta e tanto altro ancora.

Purtroppo, però, proprio in uno dei momenti più belli per un ragazzo, quello in cui sta sprigionando tutta la sua energia vitale attraverso lo sport, come racconta il fumetto, possono accadere tragedie di fronte alle quali ogni domanda è destinata a restare senza una risposta. Il Passaporto ematico vuole essere la risposta che non si riesce a dare e il primo passo per muoverci tutti verso quello che è un pensiero ormai fisso del presidente Polito e di tutti i ragazzi della Fondazione: “Lo Sport è Salute!”.