Toffoletto: “Finiamola di rovinare il nostro calcio!”

Il presidente Gianni Toffoletto
Il presidente Gianni Toffoletto

Il Presidente del Comitato Regionale Gianni Toffoletto interviene in riferimento ai fatti accaduti nelle gare del Campionato Carnico con insulti di carattere razzista rivolti ad un giocatore della squadra avversaria in Velox P. – Pontebbana e all’arbitro in Enal CerciventoIl Castello Gemona.

Il numero uno della nostra Federcalcio richiama all’ordine società e giocatori con un comunicato: “Il Campionato Carnico per me rappresenta un valore aggiunto, in esso convivono passione, sacrifici ed agonismo. Non possiamo rovinare con simili gesti il nostro calcio, lo spirito che lo caratterizza. Condanno quello accaduto nella scorsa giornata giornata, le norme contro episodi di carattere razzista si sono inasprite e la giustizia sportiva le applica. Non si possono accettare – ripete Toffoletto – insulti o qualsivoglia atteggiamento offensivi per il colore della pelle. Sono cose che non esistono e per questo le condanniamo e le puniamo. Forte è la decisione di proibire l’ingresso al pubblico soprattutto in un campionato dilettantistico dove la passione dei veri tifosi è il principale motore del nostro movimento. Queste decisioni sono sofferte ma servono per dare un segnale forte e chiedo a tutte le Società alle quali sono vicino, di allontanare quei soggetti che rovinano lo spirito di unione che si respira sui nostri campi”.

Il Presidente chiede rispetto per giocatori e arbitri e si augura che questo caso non venga alimentato da ulteriori polemiche che non aiutano il movimento. “Impariamo tutti – conclude Toffoletto – a condannare certi atteggiamenti e lavoriamo per migliorare in modo che episodi di questo tipo non si verifichino mai più”.