Al San Giovanni Battista di Cassacco la Junior Tim Cup

junior tim cupUna vittoria che inorgoglisce tanti quella dell’oratorio San Giovanni Battista di Cassacco alla seconda edizione della Junior Tim Cup. I primi a esultare sono stati ovviamente i bravissimi atleti dell’oratorio e i loro accompagnatori che li hanno seguiti dalla fase territoriale alla fase nazionale a Roma. In secondo luogo, la Parrocchia San Giovanni Battista e l’intera Comunità di Cassacco, rappresentate da Don Giovanni Straulino Parroco di Cassacco e consulente ecclesiastico del Comitato CSI di Udine e da tutto lo staff, alla notizia della vittoria hanno gioito.

Ugualmente entusiasta della vittoria è stato il Comitato provinciale di Udine del CSI, ente sportivo organizzatore della manifestazione, che con la Presidente Claudia Scaravetti così commenta l’importante successo: “Questa vittoria è motivo di grande orgoglio per il nostro Comitato che da oltre 20 anni non vedeva uno sport di squadra giovanile Campione d’Italia. L’impegno e le difficoltà per la realizzazione dell’iniziativa non sono mancate ma questo importante risultato ci dà l’entusiasmo per proseguire e realizzare uno degli obiettivi che, unitamente al Consiglio CSI di Udine, mi ero prefissata: la promozione e lo sviluppo dell’attività giovanile”. In ultimo, l’intero palcoscenico dello sport giovanile friulano CSI che può esultare all’importante vittoria dei loro coetanei.

La “Junior Tim Cup – Il Calcio negli oratori“, è un torneo di calcio a sette per ragazzi di oratori delle annate 2000/2001/2002 organizzato da lega Serie A, Tim e CSI. In tutta Italia sono state coinvolte 713 squadre e di cui 4 hanno potuto realizzare il sogno di calcare il campo dello Stadio Olimpico di Roma in occasione della finale di Tim Cup.

junior tim cup1Dopo la fase territoriale a cui, oltre all’Oratorio San Giovanni Battista, hanno partecipato l’Oratorio San Giuseppe, l’Oratorio Buon Pastore, e l’Oratorio Don Bosco, e alcune affascinanti iniziative quali la partita allo Stadio Friuli e la presentazione cittadina, i campioni provinciali hanno avuto accesso alla fase nazionale che si è svolta a Roma dall’1 al 4 maggio, accompagnati da Edi Piccini, coordinatore dell’attività sportiva provinciale e regionale del CSI. L’Oratorio San Giovanni Battista dopo la presentazione iniziale allo Stadio Olimpico e la consegna delle divise da gioco, ha iniziato il girone di qualificazione che si è concluso con un secondo posto (due vittorie e una sconfitta). La giornata è proseguita con i quarti di finale e la semifinale entrambe superate con successo ai calci di rigore dopo una situazione di pareggio nei tempi regolamentari. E con questo cammino fatto di vittorie, i ragazzi di Cassacco sono giunti alla finale primo e secondo posto allo Stadio Olimpico il 3 maggio, finale giocata contro l’Oratorio Beata Vergine Assunta Nulvi di Sassari. Anche in questo caso è stata parità ai tempi regolamentari con un 2 a 2 che ha portato la finale ai calci di rigore dove ancora una volta l’Oratorio San Giovanni Battista ha avuto la meglio segnando 4 rigori contro i 3 del secondo oratorio finalista.

Un applauso a tutti i ragazzi per la prestigiosa vittoria ma non solo. Il torneo infatti oltre al prestigio sportivo cerca anche di diffondere nello sport e tra i giovani un bagaglio di valori quali l’amicizia e il rispetto, il divertimento puro e sano del calcio giocato in oratorio. E proprio su questo che si è soffermato l’inno composto da Don Beppe Marano, Parroco dell’Oratorio Buon Pastore di Udine anch’egli premiato a Roma in occasione delle finali, per la composizione musicale dedicata al torneo e ai suoi valori.