benTornato castagnaviz così vuol guarire il Torsa

Il cambio di allenatore può generare nuovi stimoli, può alzare il livello d’entusiasmo, rende il gruppo più attento a certe indicazioni. Anche se negli amatori gli obiettivi finali sono diversi, gli sviluppi mentali che si creano all’interno di un gruppo sono preziosi.

Solitamente il nuovo mister cerca di portare serenità, consapevolezza dei propri mezzi, regala fiducia, cambia mentalità. E per una squadra che non riusciva a trovare una propria identità cambiare vuol dire rinascere. E’quello che sta succedendo al Torsa, compagine che non è ancora riuscita a esprimersi secondo le proprie potenzialità. In questo turno, in panchina, ha esordito Marco Castagnaviz, un ritorno. E’lui l’uomo che in passato è riuscito a portare il Torsa fino alla massima serie e che ora è chiamato a risollevarlo da una classifica precaria. “Il nuovo tecnico ” racconta Loris Ballamin, centrale difensivo del Torsa – ci conosce bene e sa quali sono le nostre caratteristiche. Il gioco che abbiamo adottato finora non ci calzava a pennello: per questo abbiamo spesso faticato anche se, a onor del vero, a parte la prima gara, abbiamo sempre lottato come leoni. Adesso speriamo che con il calcio che predica Castagnaviz, fatto di fraseggi, gestione della palla e movimenti collettivi, la situazione possa migliorare. I primi segnali si sono visti in casa della capolista Corno ” continua Ballamin -: ci siamo espressi con personalità e se avessimo ottenuto un pareggio nessuno avrebbe potuto gridare allo scandalo. Purtroppo, invece, abbiamo dovuto digerire l’ennesimo ko per 1-0: paghiamo la poca concretezza in attacco. Lo dimostrano i due gol al nostro all’attivo che ci hanno permesso di conquistare tre punti. Sono estremamente convinto che fra poco si sbloccheranno i nostri “picici”, Malisan e Bandiziol, e allora saranno dolori per tutte le difese. Se poi diciamo che mancano ancora all’appello gli infortunati Gianni Stroppolo, Alessandro Cecconi e Enrico Montina, allora questo Torsa può guardare al futuro con grande serenità”.
La classifica è corta, sono parecchie le squadre che ancora faticano a ingranare. E’il caso dei Gunners 95, sempre in partita sul campo di un Warriors in cui i guerrieri, salvati in un paio di occasioni dalle parate di Vosca, hanno legittimato la vittoria colpendo due legni e siglando il gol pesante con Pezzetta, appena subentrato a Pontoni. Lo Ziracco, sfruttando i due rigori realizzati da Stefanutti, rimane in vetta dopo essersi liberato di un indomabile Jalmicco, a segno con Tuan, mentre Flaibano e Sedilis si sono annullati a vicenda (1-1).