Italia sprecona, la Croazia passa 2-1 a Manzano

Simone Scuffet in campo ieri contro la Croazia (Foto Bianchi)
Simone Scuffet in campo ieri contro la Croazia (Foto Bianchi)

Un tempo a testa ma a vincere per 2-1 l’amichevole di Manzano fra le nazionali Under 19 di Italia e Croazia sono stati gli ospiti, mettendo in cassaforte il risultato con due reti nel primo tempo di Brodic all’8’ e di Roguljc al 16’, con il portiere dell’Udinese Simone Scuffet (che ha disputato i soli primi 45’) incolpevole in entrambe le occasioni. Una prima frazione in cui i biancorossi allenati da Zoran Vulic hanno giocato a memoria, con scambi rapidi e ficcanti dalla trequarti in su e protagonisti gli autori delle reti insieme al ficcante esterno Coric.

Ma nella ripresa gli azzurrini di Alessandro Pane si sono scrollati di dosso lo choc del doppio svantaggio, assumendo il controllo del centrocampo e creando una serie infinita di azioni da rete. Una sagra del gol sbagliato, quella dell’Italia, con Mastalli e due volte con Parigini a fallire occasioni clamorose a porta sguarnita e Murgia a completare l’opera con il rigore calciato sul palo al 23’. A dimezzare lo svantaggio è stato il subentrato Bonazzoli di testa al 25’, con lo stesso attaccante a colpire subito dopo la traversa con una spettacolare rovesciata. Le emozioni in sostanza non sono mancate ad un folto pubblico nel quale si sono visti molti volti noti tra i quali l’allenatore Edi Reja, gli ex giocatori ed oggi tecnici Valerio Bertotto e Paolo Poggi e il presidente del Coni regionale, Brandolin. (Edi Fabris)

Così le due formazioni iniziali, schierate con il 4-4-2:
ITALIA: Scuffet; Gemignani, Anastasio, Murgia, Sciacca; Luperto, Pugliese, Bastoni, Cerri; Bentivegna, Parigini. Allenatore: Pane.
CROAZIA: Grbic; Basic, Dramac, Sunjic, Caleta-Car; Simic, Brodic, Basic, Coric; Rogulic, Fiolic. Allenatore: Vulic.
ARBITRO: Rossi di Rovigo.