A Lipsia Navarria e Rizzi superano le qualificazioni

Giulia Rizzi Photo Bizzi-Trifiletti

Missione compiuta per le spadiste friulane Mara Navarria e Giulia Rizzi, impegnate ai Campionati del Mondo di scherma in programma in questi giorni a Lipsia, in Germania. La giornata odierna era dedicata ai turni eliminatori per l’accesso al tabellone dei trentaduesimi a cui già erano qualificate di diritto le prime sedici atlete del ranking internazionale. Domenica le 64 atlete rimaste in gara si contenderanno il titolo mondiale. Tra queste ci saranno, appunto, anche l’atleta dell’Esercito nativa di Carlino e la poliziotta udinese.

Identico il percorso nelle qualificazioni per le due friulane, vincitrici di 4 dei 5 assalti del girone a 5 stoccate, ed entrambe dominatrici del match di eliminazione diretta: Mara con il punteggio di 15-6 con la tailandese Thanee e Giulia con lo stesso score contro la spadista di Hong Kong, Ha.

Al termine del match soddisfazione per entrambe. “La tensione del primo mondiale si è fatta sentire – spiega Giulia Rizzi – e ho tirato un po’ contratta, nonostante ciò la qualificazione è arrivata senza patemi e ora ho due giorni per arrivare mentalmente ancora più pronta”. Per Mara, invece, un po’ di disappunto per l’incontro perso in girone: “Ho tirato davvero bene tutti gli incontri, fino al 3-0 dell’ultimo, con l’israeliana Tal, poi ho perso concentrazione e incontro. Peccato. Ora ci prepariamo al meglio per domenica”.

Non fortunatissimo il tabellone avuto in sorte da Mara Navarria. Domenica l’allieva del maestro Roberto Cirillo avrà subito un match ostico con l’estone Kirpu, cui potrebbero seguire altri incontri complicati: nel suo quarto, infatti, ci sono la tunisina Besbes (5a nel ranking mondiale) e le compagne di nazionale Alberta Santuccio e Rossella Fiamingo che probabilmente si scontreranno nel secondo assalto di giornata.

Non ci saranno incontri con connazionali per Giulia Rizzi che, nel primo match, affronterà Song, sulla carta la meno forte del quartetto coreano, poi dovrà sfidare l’estone Beljajeva, già campionessa del mondo a Budapest nel 2013 e vincitrice quest’anno a Legnano in Coppa del Mondo. Giulia l’ha già incontrata e battuta  nel girone eliminatorio agli Europei di Tbilisi meno di un mese fa.