A Trieste dedicati murales a Gama, Stibilj e Batki

Silvia Stibilj

L’estate al tramonto ci ha regalato attimi di sport vivissimi, spesso provenienti dal versante femminile.

Trieste, in questi mesi al centro del movimento grazie ai prestigiosi risultati individuali e di squadra che i suoi atleti hanno raccolto in giro per il mondo, domani con un doppio appuntamento al “Rocco” rende loro il meritato tributo. Come dimenticare lo storico oro di Noemi Batki, in coppia con Chiara Pellacani dalla piattaforma sincro ai Campionati europei di Kiev? Oppure l’importanza di Silvia Stibilj, pattinatrice artistica a rotelle italiana stabilmente ai primi posti delle competizioni mondiali con l’acuto del recente primo posto nel Solo Dance ai mondiali Senior a Barcellona?

A loro e a un’altra sportiva triestina illustre come Sara Gama sarà dedicato domani un murales. Cerimonia fissata alle 11.00 per un’opera artistica curata dall’Amministrazione Comunale con il progetto Chromopolis – nell’ambito del Progetto Attiva Giovani promosso dalla Regione FVG.

Oltre ai murales sarà anche inaugurata la Hall of Fame, lo spazio ospitante la mostra fotografica degli Atleti Azzurri, sulla quale la presidente dell’Associazione Azzurri d’Italia uscente Marcella Skabar (che proprio nell’occasione darà il suo commiato alla carica) si era già espressa tre mesi fa in una nota sul sito ufficiale dell’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia: “La Mostra, di proprietà del Comune ma gestita a cura a spese degli Atleti Azzurri, è il punto culturale di tutto lo stadio, lo “scrigno” delle memorie. È stata inaugurata nel 1993, con gli elogi delle autorità locali e nazionali: viene visitata a richiesta. In tutte queste simili occasioni che si presentano, in maggio di solito si tratta di visite di scolaresche, dei testimoniai narrano episodi e aneddoti stimolanti per promuovere lo sport. Abitualmente lo spazio è un punto d’incontro per premi, presentazione di libri, feste varie”.