Alla “Bianchi arriva il bresci, sfida durissima per la Pallanuoto Trieste

CONTRO LA SQUADRA VICE-CAMPIONE D’ITALIA

“Dobbiamo ritrovare fiducia in noi stessi”. L’allenatore Stefano Piccardo inquadra l’obiettivo della Pallanuoto Trieste, che sabato 25 febbraio, nella quarta giornata di ritorno del campionato di serie A1 maschile, se la vedrà alla “Bruno Bianchi” con l’An Brescia vice-campione d’Italia. Inizio fissato alle ore 18.00.

QUI PALLANUOTO TRIESTE E’ un momento indubbiamente complicato per la squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping. Mercoledì nel turno infrasettimanale con il Quinto è arrivata la terza sconfitta di fila. In più la Pallanuoto Trieste dovrà fare a meno del centroboa Nikola Vukcevic, punto di riferimento essenziale del gioco offensivo, almeno per un’altra decina di giorni. Servirebbe una vittoria per risollevare il morale, ma conquistare un risultato positivo al cospetto dell’An Brescia di Sandro Bovo, secondo in classifica dietro il Recco e in piena corsa per qualificarsi alla final-six di Champions League, è impresa estremamente difficile. Se non impossibile. “La classifica non l’abbiamo mai guardata – spiega l’allenatore della Pallanuoto Trieste Stefano Piccardo – mancano ancora tante partite e sappiamo che non sarà facile difendere questo settimo posto. E dietro hanno iniziato a fare punti. Adesso è il momento di fare quadrato. Abbiamo qualche giocatore in condizioni fisiche non ottimali e abbiamo anche perso fiducia. Dobbiamo ritrovare concentrazione e determinazione, giocare semplice, con grande attenzione soprattutto alla fase difensiva. Per un campionato e mezzo gli scontri diretti come quelli con Vis Nova e Quinto li abbiamo vinti praticamente tutti, adesso ne abbiamo sbagliati due di fila. Ma non dobbiamo abbatterci. Guardiamo in prospettiva, continuiamo a lavorare in allenamento, possiamo migliorare e crescere ancora tanto”.

Per quanto riguarda la formazione da mandare in vasca sabato contro i vice-campioni d’Italia, Piccardo ha pochi dubbi. Senza Vukcevic, scenderanno in acqua i 13 che hanno perso di misura ad Albaro. “Per noi Nikola è un giocatore fondamentale – continua Piccardo – ma dobbiamo fare di necessità virtù. Col Brescia dovremo sbagliare pochissimo, l’obiettivo è quello di restare in partita il più possibile. Poi alla lunga credo che inevitabilmente emergerà la loro maggiore caratura”. Sono tre i precedenti in serie A1 tra Pallanuoto Trieste e An Brescia, con tre vittorie della squadra lombarda: 9-5 e 7-1 lo scorso campionato, 13-8 a Mompiano il 2 novembre del 2016.

QUI AN BRESCIA Il gruppo allenato da Sandro Bovo è senza dubbio uno dei più forti a livello continentale. E i risultati lo confermano. Secondo posto in classifica, con 40 punti (a -5 dalla Pro Recco) frutto di 16 vittorie, 1 pareggio (con lo Sport Management) e 1 sola sconfitta, proprio contro la capolista. In Champions League il Brescia è terzo nel gruppo A, dietro ai greci dell’Olympiakos e agli ungheresi dello Szolnok, in piena corsa quindi per qualificarsi alla final-six. Un’autentica corazzata, insomma, anche se mercoledì nel turno infrasettimanale i lombardi hanno faticato per tre tempi in casa con l’Acquachiara, domata per 14-9 grazie ad un imperioso allungo nel quarto periodo. E non sono mancate anche le polemiche, che hanno portato alle espulsioni per proteste dell’allenatore Bovo, del capitano Christian Presciutti e del centroboa Ubovic. Squadra completa in ogni reparto l’An Brescia. Ad iniziare dalla porta, presidiata da Marco Del Lungo, ormai titolare anche in nazionale. In marcatura si alterneranno il serbo Sava Randelovic, oro olimpico a Rio, l’azzurro Nicholas Presciutti e Zeno Bertoli. La regia è affidata al talentuoso nazionale montenegrino Vjekoslav Paskovic, mentre i principali finalizzatori offensivi sono il croato campione olimpico nel 2012 Petar Muslim e Christian Presciutti (anche se a rischio squalifica dopo il rosso di mercoledì), rispettivamente 30 e 27 gol in campionato. I mancini sono Alessandro Nora e Edoardo Manzi, la coppia di centroboa è composta dai rocciosi Nemanja Ubovic e Christian Napolitano. Un collettivo davvero invidiabile e senza apparenti punti deboli.

GLI ARBITRI La direzione di gara della sfida tra Pallanuoto Trieste e An Brescia è stata affidata a Giuseppe Fusco di None (Torino) e Stefano Pinato di Nervi.

COME SEGUIRE LA PARTITA Alla “Bianchi” lo spettacolo è assicurato, anche perché sarà possibile vedere all’opera atleti che hanno vinto medaglie pesanti a Olimpiadi, Mondiali ed Europei. In ogni caso, dalle ore 18.00 la pagina Facebook della Pallanuoto Trieste pubblicherà tutti gli aggiornamenti live sul confronto tra alabardati e lombardi.

LA GIORNATA Dopo le partite infrasettimanali, anche questo quarto turno del girone di ritorno si preannuncia interessante. Ad iniziare dalle ore 15.00, quando una Lazio in evidente ascesa ospiterà al Foro Italico un Savona reduce dal pareggio casalingo (16-16) col Torino 81. Alle 18.00, proprio i piemontesi ospiteranno il Bogliasco (che per tre tempi ha fatto soffrire la Pro Recco) in un altro scontro diretto importante in chiave salvezza. Pronostico chiuso invece in Posillipo-Ortigia (i siciliani non vincono dallo scorso 3 dicembre), Pro Recco-Roma Vis Nova e Sport Management-Quinto. Saranno sicuramente scintille alla “Scandone”: alle 20.30, con diretta streaming su Waterpolo Channel, si affronteranno Acquachiara e Canottieri nell’ennesimo derby napoletano.

LA CLASSIFICA Pro Recco sempre a punteggio pieno. Il 7 marzo si recupererà Bogliasco-Posillipo, l’11 marzo Acquachiara-Quinto. Pro Recco 48, An Brescia 43, Sport Management 40, Canottieri Napoli 32, Posillipo 28, Rn Savona 26, Pallanuoto Trieste 20, Roma Vis Nova 17, Acquachiara 15, Ortigia Siracusa 13, Bogliasco 12, Torino 81 11, Lazio 7, Sc Quinto 6.