Arti marziali cinesi – Campionati Italiani. 4 titoli per la Weisong School

Conquista ben 4 titoli la Weisong School Libertas Pordenone ai Campionati Italiani FIWUK 2019, che si sono svolti sabato 23 e domenica 24 novembre al Palaghiaccio di Catania. A questo enorme successo, l’ambiziosa società pordenonese ha proprio esagerato, aggiungendo 3 medaglie d’argento e 5 di bronzo.

Tutti hanno così contribuito a portare un grande risultato alla città di Pordenone, nella maggiore competizione nazionale di arti marziali cinesi, che quest’anno ha contato oltre 400 partecipanti di 50 associazioni.

Alteta rivelazione dell’anno è stata Greta Mellina Bares, che in quest’ultimo anno non ha sbagliato un colpo. La ciliegina sulla torna arriva proprio in questa competizione, dove conquista fra i Cadetti ben due titoli, uno a mani nude, l’altro con il bastone.

Si sono distinti particolarmente Michele Ruppolo, d’oro nel bastone e d’argento per il chanquan a mani nude; ma anche Andrea Colin, salito sul primo gradino del podio nella specialità a mani nude e vicecampione per il bastone.

Nota di merito anche per Marta Zillet. Mette al collo la medaglia d’argento nella specialità nandao e di bronzo nel nanquan mani nude.

Notevoli inoltre le performances di Luca Puiatti e Pierpaolo Rosso, entrambi al terzo posto nel bastone; come anche di Mattia Meneguzzi e Nicola Clara, anche loro di bronzo, ma nella specialità a mani nude, dove Pier arriva al quarto posto e Luca al quinto.

In gara erano inoltre presenti, e con ottimi posizionamenti anche Tommaso Todaro (quarto nel bastone e quinto a mani nude), Amon Montagner (quarto nel bastone e sesto a mani nude), Alessandro Bonassi (quinto a mani nude e quinto nel bastone), Giorgio Caporal (quinto nel bastone e sesto a mani nude), Gabriele Furlani (quinto sia a mani nude che nel bastone, Francesco Bravin (sesto a mani nude e nel bastone).

Tornano quindi ancor più che vittoriosi i paladini della Weisong School, che sta portando a testa alta il nome di Pordenone in Italia e oltre.