Atletica – Domani scatta il Triveneto International Meeting

Sabato 6 luglio Trieste sarà protagonista mondiale per quanto riguarda l’atletica leggera. Allo stadio “Grezar” convergeranno più di 150 atleti per prendere parte al Triveneto International Meeting, giunto ormai alla 12° edizione, ma che a partire da quest’anno ha assunto un calibro decisamente internazionale.

Saranno più di 60, infatti, gli atleti stranieri che onoreranno con la loro presenza il Meeting, inserito nel calendario internazionale della Fidal e da quest’anno facente parte dell’area Permit Meeting della European Athletics. Otto le gare assolute, suddivise nelle categorie: 100 metri, 110 ostacoli, 400, 1500 per gli uomini, mentre per le donne si avranno le sfide fra 100, 400, 800 metri e 100 ostacoli. Il 12° Triveneto International Meeting in programma sulle rinnovate piste dello stadio “Grezar” vedrà all’opera nomi di assoluta levatura mondiale, tanto da elevarlo ad uno fra i più interessanti e promettenti a livello europeo.

A rendere particolarmente accattivanti le gare di sabato la presenza della folta compagine giamaicana, ben rappresentata da Akeem Bloomfield, uno dei pochissimi uomini della storia a correre in meno di 44″ sui 400 (43’’94) e in meno di 20″ (19’’81) sui 200. La sua presenza al meeting di sabato è da considerare in chiave prospettica, con l’obiettivo personale di rilanciarsi in vista dei mondiali di Doha di fine settembre. Bloomfield sarà presente assieme a Nathon Allen, il quale con Devaughn Baker e all’ex promessa Martin Manley, fa della compagine centroamericana certamente il pezzo più pregiato dell’evento di sabato. A completare il novero di atleti giamaicani Rusheen McDonald, capace di correre in 43’’93 nelle batterie dei mondiali di Pechino 2015, e Malik James King, un classe ‘99 che nel 2018 ha con la staffetta 4×400 ha girato in 3’05’’.

La stella assoluta di questo 12° Meeting internazionale di Atletica sarà il nostro portabandiera tricolore Marcell Jacobs. Anche l’atleta in forza alla Fiamme Oro Padova proverà a giocarsi le sue chance per i mondiali di atletica di Doha. Massiccia la presenza anche dei corridori sudafricani, su tutti Henricho Bruintjies e Thando Dlodlo. Per l’Italia sarà presente Roberto Rigali di ritorno dagli European Games. I 110 ostacoli saranno nobilitati dalla presenza di ben quattro atleti scesi in passato sotto i 13″38: ai giamaicani Ronald Levy e Hansle Parchment si affiancheranno il saudita Ahmad Almuwallad (13.36) e l’italiano Mattia Montini.  Ci sarà molta Giamaica anche nei 100 piani femminili, con Natalliah Whyte e Kasheika Cameron, oltre alla recente vincitrice del meeting di Nembro, la sudafricana Tamzin Thomas.

Saranno molte, ad ogni modo, le bandiere delle Nazioni a sventolare il prossimo sabato nel rinnovato stadio “Grezar”, dall’Africa all’America, passando per l’Australia. Previste ottime gare sui 400 femminili con la canadese Carline Muir capace di correre sotto i 52” nei 400 metri affiancata da un ottima gruppo di atlete europee provenienti da Gran Bretagna, Finlandia e Croazia. Grandi speranze per i colori azzurri nei 100 metri con Anna Bongiorni, che dovrà vedersela anche qui con il plotoncino giamaicano composto da Natalliah Whyte, Kasheika Cameron e Scabani Nanda.

Le gare del giavellotto, infine, saranno dedicate alla memoria di Jack Benvenuti, sfortunato atleta tesserato della A.S.D. Polisportiva Triveneto, venuto a mancare lo scorso anno a soli 17 anni per le conseguenze di un incidente automobilistico.

L’intero evento sarà visibile in streaming live attraverso il sito internet www.atletica.tv