Atletica – La Libertas Grions del Torre e Remanzacco riparte

Dopo il periodo di chiusura dettato dalle restrizioni dovute al COVID-19 la Libertas Grions del Torre e Remanzacco è ripartita a pieno regime con gli allenamenti presso lo stadio Morandini di Remanzacco. La società con la dirigenza e i tecnici, insieme al Comune di Remanzacco, ha dato il via alla ripartenza dell’atletica leggera con un protocollo che garantisce l’allenamento in sicurezza degli atleti. I primi a ripartire sono stati gli assoluti già maggio, a seguire i cadetti con i primi di giugno e infine i ragazzi. Una turnazione su più giorni e a diversi orari con il coinvolgimento di tutti i tecnici della società permette l’allenamento senza assembramenti.

Gli atleti sono tornati all’attività dopo essersi allenati individualmente per diversi mesi con i programmi dei tecnici della società, mentre la preparazione ora prosegue in pista con l’obiettivo delle prime gare a luglio. Per i più giovani, che durante la quarantena hanno potuto godere dei video e delle dirette via web dei tecnici del settore giovanile, il ritorno ha significato soprattutto il poter rivedere (anche se con le dovute distanze) i propri compagni di allenamento e il poter tornare a correre liberamente all’aria aperta.

A siglare l’avvenuta ripartenza e come buon auspicio per il prossimo futuro, la società, grazie anche al contributo regionale per le attrezzature sportive, ha acquistato una nuova pedana per il salto in alto. La pedana, fornita da Sportissimo, assume un doppio significato di ripartenza, oltre che per la società anche per l’azienda produttrice che, avendo sede a Bergamo, si è trovata nel centro dell’emergenza Covid. La nuova pedana è pronta a sostituire la precedente, oramai usurata, negli allenamenti e nelle future gare che la società spera di poter tornare ad organizzare a breve.