Atletica – Lutto per la scomparsa di Donato Sabia

E’ morto a Potenza, a causa del coronavirus, il mezzofondista Donato Sabia, 56 anni, due volte finalista olimpico negli 800 metri piani, a Los Angeles ’84 e Seul ’88, finendo quinto e settimo. Sabia, che vinse l’oro ai Europei indoor di Goteborg, negli 800, nell’84, era presidente del comitato regionale della Basilicata della Fidal. Nei giorni scorsi, nell’ospedale di Potenza, era morto anche il padre.

Una notizia drammatica scuote l’atletica italiana in un periodo già difficile per il Paese“. Queste le parole della Fidal sul suo sito, dopo che si è diffusa la notizia della scomparsa di Sabia. La Fidal lo ricorda come “un atleta di talento straordinario, ma soprattutto persona d’animo gentile“, e nota che “è scomparso a distanza di pochi giorni dal padre, vite recise entrambe dal male che sta flagellando il mondo intero“.