Atletica – Record di presenze e grandi performance al 25° Meeting Alpe Adria di Atletica Giovanile

Un’edizione straordinaria in tutti i sensi la 25a edizione del Meeting Alpe Adria di Atletica Giovanile, organizzata presso lo stadio Agosti di Pordenone sabato 25 settembre dalla Libertas Porcia, che ha espresso pienamente la voglia di sport e di scendere in pista degli atleti, quanto quella dei tanti genitori di assistere alle performance dei loro ragazzi.

Infatti, nonostante il pubblico non fosse ammesso alla competizione, tanti famigliari sono comunque rimasti incollati alla recinzione del campo per sostenere i propri beniamini. 

La partecipazione è stata straordinaria, con 440 iscritti, per un totale di 640 atleti-gara che hanno segnato così il record assoluto, che sarà difficile superare. Segno questo della necessità di tornare alla normalità delle società partecipanti, provenienti da tutta la regione. Un risultato eccezionale, nonostante la scarsa presenza dei Cadetti, poiché i più forti erano in partenza per i Campionati Italiani.

L’evento ha inoltre registrato importanti risultati agonistici, e gli atleti Libertas di tutto il FVG si sono messi in luce.

Nelle categorie assolute maschili, Giacomo Medeossi offre una gran performance nel giavellotto, e, sotto la guida di Franco Casarsa, ha allungato sino a 64,93 precedendo lo junior Riccardo Canciani (52,81). Entrambi del Malignani Libertas Udine e per entrambi Primato Personale. Personal Best anche per il compagno di squadra Federico Rossi con 22”14 sui 200.

Fra i Cadetti, Tommaso Damiani, sempre del Malignani segna 11,08 nel Triplo e Alex Zanin della Libertas Mereto 28,36 nel Disco: non sono risultati straordinari ma Primati Personali destinati a migliorare ulteriormente. Al femminile 19”91 di Sara Battistoni della Libertas Porcia sui 150 e 32,43 di giavellotto ad opera di Anna Pecoraro del Malignani a mezzo metro dal Personale.

Nella categoria Ragazzi, si difende bene Angelo Pittoni della Libertas Tolmezzo con 1’39”69 sui 600. La star delle Ragazze è Lucrezia Piccì della Libertas Sanvitese che entra nella Top Ten Regionale All Time con 9”54 sui 60 Hs.

Il Meeting è stato anche un momento toccante per il riconoscimento che la presidentessa dell’associazione organizzatrice Mara Introvigne ha consegnato a Ivo Neri, pietra miliare e fondatore nel 1981 del sodalizio, ora giunto al suo 40° anno di attività.

Per l’occasione, al campo di Atletica Agosti di Pordenone erano presenti anche Milena Priviero, che negli anni ‘90 ha fondato la sezione della Ginnastica Artistica, e Celestina Cagliari che, con insieme al compianto Gianmarco Mocellin, per 20 anni ha fondato e condotto la sezione di calcio femminile della Apd Libertas Porcia.

Alessia Trost, altista punta di diamante tra tutti gli atleti nati nel vivaio della Associazione ha premiato diverse categorie ed è stata per Ivo Neri una occasione per ricordare gli esordi di questa grande sportiva, che, ancora giovanissima e combattuta tra due passioni, il biathlon e l’atletica, ha scelto quest’ultima disciplina.

In occasione dell’evento erano presenti l’europarlamentare pordenonese Marco Dreosto, il sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani, l’assessore allo sport di Porcia Riccardo Turchet, l’assessore allo sport di Fontanafredda Antonio Landa, la vice-presidente Fidal Pordenone Clementina Polese, ed il delegato Coni Ivo Crestan.

Insomma, da diversi punti di vista, il Meeting più che una chiusura della stagione è sembrato una tappa di apertura per il nuovo inizio che tutti anelano dopo l’emergenza.