Trieste sbanca a suon di record i regionali indoor cadetti

Grandissimi risultati per gli atleti triestini ai campionati regionali cadetti indoor, tenutisi al “Palabernes” di Paderno tra il 3 e il 4 marzo.
Beadin Bekiri  ha stabilito il nuovo record regionale di categoria sui 60m ostacoli, siglando un 8″33 che corrisponde anche alla miglior prestazione italiana stagionale. Analogo primato regionale è stato ottenuto anche al femminile, con l’atleta del Marathon Miriam Martini capace di correre in 9″01. Un crono che ha pienamente confermato il suo talento che l’ha portata l’anno scorso a fregiarsi del titolo italiano sui 300m ostacoli all’aperto. Atleta polivalente, la Martini è riuscita ad imporsi anche nel salto in alto, dove con 1,55m ha superato la primatista stagionale Martina Millo.
Medaglia d’oro anche per Pietro Madeddu nell’asta (2,60m per lui) e per Alice Zecchin della Polisportiva Triveneto, che nei 60m piani ha preceduto Adriana Pizzuti del Trieste Trasporti. Quest’ultima si è però rifatta con la vittoria nel lungo: il suo salto da 5,17m le ha permesso di scavalcare per 4 cm Marta Curri. Per entrambe qualificazione in tasca per i campionati italiani indoor di Modena.
Un altro record, stavolta provinciale, è stato ottenuto sui 60m piani da Lorenzo La Bianca, che in finale A ha sfoderato un 7″47 con il quale è riuscito ad artigliare l’argento.
Nella concitata gara di salto in alto maschile, Francesco Tommasini ha superato l’asticella a 1,68m e ha così portato a casa il terzo posto. Legittimo, però, un pizzico di rammarico da parte sua per aver mancato il gradino più alto di soli 2 cm.
Il triplo ha invece incoronato Miriam Martini del Marathon, prima con 10,54m davanti alla solita Pizzuti e ad Alice Danese, che si è  mangiata la vittoria a causa di una battuta arretrata nel suo miglior salto.