Bach: “Nessun altro rinvio per le Olimpiadi di Tokyo”

Le Olimpiadi di Tokyo non potranno più subire alcuna proroga, o spostamenti, se non altro “perché gli atleti – come ha ammesso il presidente del Cio, Thomas Bachnon possono vivere nell’incertezza“.

Il numero uno dello sport mondiale, in una lunga intervista concessa alla Bbc, ha rivelato che non esiste un piano b e “non esisteva nemmeno quest’anno“, perché i “Giochi sono un evento che coinvolgono tante, troppe persone dal punto di vista organizzativo. Le Olimpiadi a porte chiuse non è quello che vogliamo o immaginiamo – ha spiegato, a proposito dell’evento a cinque cerchi previsto dal 23 luglio all’8 agosto dell’anno prossimo -. Quella giapponese potrà essere una manifestazione unica, in grado di inviare un messaggio di solidarietà tra tutti i Paesi del mondo, ma anche di celebrare il trionfo sul coronavirus“.

E nel caso non potesse andare in scena Bach non ha alcun dubbio: “Verrà annullata, non spostata nuovamente. Tuttavia, adesso non è facile parlarne: quando avremo una visione su come sarà il mondo nell’estate 2021, prenderemo le decisioni più appropriate. Ci affidiamo all’Oms, in modo da organizzare i Giochi in un ambiente sicuro per tutti. Però, dobbiamo essere pronti a ogni scenario“.