Bratina e Rampazzo vincono la International Sky Race Carnia

Silvia Rampazzo (Foto Cella)

Nel weekend si è corsa la 12^ edizione dell’International Sky Race Carnia. Rok Bratina portacolori del Team Aldo Moro Paluzza ha dominato sin dalle prime fasi di gara.

Rok Bratina e Tiziano Moia (Gemonatletica) hanno condotto alla pari i primi quindici chilometri di gara transitando con lo stesso tempo al Passo di Monte Croce Carnico. Nella successiva salita verso il Pal Piccolo, Rok ha progressivamente staccato il compagno di viaggio che dopo il culmine della salita è stato raggiunto e superato da Davide Cappelletti (Skyrunning Adventure) in gran rimonta. La prima posizione è stata consolidata nella discesa finale che conduceva verso i Laghetti di Timau dove era posto lo striscione d’arrivo. Rok Bratina, ha chiuso con il tempo di 2:39’31’’. In seconda posizione con il tempo di 2:45’37 si è classificato Daniele Cappelletti (Skyrunning Adventure) mentre Tiziano Moia, (Gemona Atletica) è salito sul terzo gradino del podio. Quarto Mattia Tanara (Team Scott) e quinto Paolo Lazzara (Team Aldo Moro).

In campo femminile l’atleta azzurra Silvia Rampazzo ha dominato dall’inizio alla fine la Sky Race® alle sue spalle Carla Spangaro e Lucija Krkoc. La Rampazzo ha chiuso con il tempo di 2:59’:06’’ registrando il nuovo record del percorso precedentemente detenuto da Silvia Serafini.

La gara, con una lunghezza di 24.500 metri e con un dislivello positivo di 2004 metri, organizzata dall’US Aldo Moro, ha assegnato i titoli italiani Assoluti, Under23 e Master, disciplina SKY, per la F.I.Sky. (Federazione Italiana Skyrunning), facendo vestire la maglia tricolore assoluta a Cappelletti e Rampazzo.

Nella prova a Staffetta sia in campo maschile sia in campo femminile è stata la compagine dell’Aldo Moro Paluzza a vincere. Tra gli uomini è stata la squadra formata da Giuseppe Della Mea e da Alessandro Morassi ha dominare con il tempo di 2:53’37’’. Anna Finizio e Paola Romanin fermando il crono i 3:27’02’’ vincono la staffetta femminile. Nella staffetta mista vittoria per il team di Hervis Villach formato da Peter Paul Oberguggenberger e da Petra Zemeter.