Campionato Italiano Enduro: a Fanna di impone Rota

Roberto Rota (Foto G.Chillemi)

Un altro weekend all’insegna della pioggia per il Campionato Italiano Enduro che ha visto in campo ieri i riders del tricolore Major. I piloti over35 si sono sfidati a Fanna in una tappa, la seconda della stagione, caratterizzata dalla pioggia e dal fango.

L’acqua, attesa copiosa per il fine settimana, si è presentata puntuale sui cieli di Fanna, lasciando solo qualche tratto di quiete durante la giornata; il tipo di terreno particolarmente ghiaioso ha fortunatamente tenuto all’abbondante pioggia. Tutto è filato liscio grazie anche all’ottimo lavoro del motoclub Fanna, organizzatore dell’evento, che ha saputo gestire al meglio una gara non semplice.

Lo spettacolo non è naturalmente mancato, con i nostri riders che ci hanno fatto divertire nelle due prove speciali allestite per l’occasione. Dopo tre passaggi e oltre 40 minuti di cronometrato il più veloce è stato Roberto Rota (KTM) che vince l’Assoluta e la Top Class conquistando ben cinque prove speciali sulle sei complessive. Alle spalle di Rota, sia per la generale che per la classe, concludono nell’ordine Alessio Paoli (Beta) e Duccio Graziani (Yamaha); c’è da segnalare il ritiro di due protagonisti del tricolore: Roberto Bazzurri e Fausto Scovolo, entrambi per la rottura della moto.

Nella Master 250 2t il vincitore di giornata è Alessandro Borghi (Yamaha) che si mette alle spalle Stefano Nigelli (Husqvarna) e Marco Luvisetto (Gas Gas); nella Master 300 ad imporsi è invece Matteo Zecchin, che vince questa seconda tappa su Enrico Lorenzin (Husqvarna) e Ronni Marconato (KTM). Nella Master 250 4t il podio è composto da Manuel Bana (Yamaha), Omar Gambarini (Honda) e Daniele Bonato (KTM), mentre nella Master 450 al primo posto troviamo Maurizio Facchin (Husqvarna) seguito da Marco Antonella (Sherco) e Marco Rughi (Honda).

Passando alla categoria Expert, la 250 2t è firmata da Luigi Cogato (KTM), vincitore di giornata su Matteo Pedersoli (Beta) e Luca Loss (Husqvarna), mentre Cristian Spreafico (KTM), Francesco Sibelli (KT) e Davide Marangoni (KTM) sono i tre migliori atleti della 300. Nella dueemezzo quattro tempi il podio finale di questo secondo round è composto da Giorgio Alberti (Sherco), Luca Politanò (KTM) e Christian Angella (Husqvarna); Carmelo Mazzoleni (KTM), Mirko Silvestrin (Sherco) e Michele Marcellini (Beta) sono i tre mattatori della 450.

Tra i Veteran i vincitori di Fanna sono stati Giampiero Granocchia (KTM), primo nella 2t, e Marco Petracca (KTM), primo nella 4t. Alle spalle di Granocchia terminano Ubaldo Mastropietro (KTM) e Renzo Simonetti (Husqvarna) , mentre dietro a Petracca concludono Massimiliano Luzi (Beta) e Giorgio De Vitalis (Honda). Luca Gandolfo (KTM) non ha invece rivali nella SuperVetaran 2t, che vince con oltre due minuti di vantaggio su Marino Capicchioni (KTM) e Fabio Stolfi (KTM), così come Fabrizio Hriaz (Husqvarna), unico mattatore della SuperVeteran 4t che conquista su Fabiano Gusmini (KTM) e Giacomo Giraldi (Husqvarna).

Ed infine le categorie UltraVeteran: la 2 tempi porta la firma di Alessandro Dario (Beta), primo davanti a Mauro Uslenghi (Gas Gas) e Lucio Chiavini (Beta), mentre la  4 tempi viene conquistata da Massimo Chiesa (KTM), vincitore davanti a Fabio Benetti (KTM) e Remo Fattori (Husqvarna).

La classifica riservata i motoclub se l’aggiudica il Gaerne che con 60 punti si piazza al primo posto davanti al Fast Team ed al Motoclub Costa Volpino.