Canottaggio – D’Ambrosi e Martini in Federcanottaggio

I triestini D’Ambrosi in quota società e Martini in quota atleti, sono i due nuovi consiglieri nazionali della Federcanottaggio per il 2012/2024, eletti domenica mattina nel corso dell’Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva, tenutasi a Roma all’Hotel Hilton Rome Airport/Icarus. Un risultato di notevole spessore politico-sportivo, per tutto il mondo del remo della nostra regione, che ha premiato da una parte il Presidente (a questo punto uscente), del Comitato Regionale della FIC del FVG, Massimiliano d’Ambrosi, e dall’altra, Simone Martini, il singolista Azzurro, che ha scritto una storia del canottaggio italiano, qualificando la sua specialità ai Giochi Olimpici di Tokio 2021. Dopo la nomina del candidato unico alla carica di Presidente, Giuseppe Abbagnale, si è proceduto al voto elettronico per l’elezione dei 7 consiglieri nazionali in quota società, su 16 candidati. La spuntavano: Michelangelo Crispi-Lazio (voti 131), Luciana Reale-Abruzzo (103), Antonio Giuntini-Toscana (101), Fabrizio Quaglino-Lombardia (84), Rossella Scola-Lombardia (84), Massimiliano D’Ambrosi-Friuli Venezia-Giulia (77), Andrea Vitale-Sicilia (74), mentre in quota Tecnici, ancora un unico nome, quello di Roberto Romanini-Piemonte (13). Non ce la faceva di misura Dario Crozzoli, consigliere uscente.

Dichiarava d’Ambrosi: Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno sostenuto e dato una mano ed auguro un grosso in bocca al lupo a Daniele Scaini per il suo nuovo percorso da Presidente del Comitato Regionale. Mi complimento infine con Simone Martini, altro triestino ad entrare in Consiglio Federale, con il quale sono sicuro lavoreremo molto bene ed in sintonia. Grazie mille a Dario Crozzoli, per l’impegno dimostrato in tutti questi anni a servizio del canottaggio ed importantissimo nella mia crescita dirigenziale.”

Era quindi la volta dei consiglieri in quota atleti, con soli 2 posti a disposizione. Venivano eletti Sara Bertolasi-Lombardia (23) e Simone Martini-Veneto (20). Questa la dichiarazione del singolista azzurro: Prima di tutto vorrei ringraziare tutti i delegati atleti che mi hanno dato la fiducia e anche quelli che non mi hanno appoggiato perchè mi hanno dato un grosso stimolo per partire da subito a lavorare! Sono davvero felice di poter rappresentare tutti gli atleti del canottaggio italiano! Prometto fin da subito massima serietà e impegno.”