Criterium Giovanissimi: la IV tappa a Maniago

Esame superato a pieni voti per la Polisportiva Montereale Judo Libertas che domenica 29 ottobre ha festeggiato il secondo compleanno della sede staccata di Maniago organizzando per la prima volta nel palazzetto della città dei coltelli una tappa del Criterium Giovanissimi.

Il palasport è riuscito a contenere egregiamente sia i circa 500 ragazzi provenienti da tutto il Friuli Venezia Giulia che si sono affrontati sui tatami, sia il flusso di oltre 1.000 spettatori che hanno mantenuto gli spalti completamente occupati per tutta la durata della manifestazione.

Anche il vice presidente del settore judo della FIJLKAM FVG Sandro Scano è stato prodigo di complimenti verso la società: «La polisportiva ci sta fornendo un buon esempio su come si organizza una manifestazione, nonostante sia una prima assoluta. – Ed aggiunge – All’agonismo vero e proprio ci si arriva per gradi, ed è proprio questa l’importanza di una manifestazione che accompagna i più piccoli verso i combattimenti veri e propri».

Infatti, mentre gli atleti più giovani, di classe 2010 e 2011, si sono affrontati nella lotta a terra, i nati nel 2006 che fra due mesi saranno già agonisti, hanno sperimentato la lotta sui tatami più grandi «perché è importante mantenere i più piccoli in un ambiente protetto, ma anche aumentare la difficoltà per fornire loro degli stimoli per crescere», ha commentato Giorgio Rossolato, responsabile del settore Judo della Polisportiva Montereale.

L’occasione è stata anche propizia per celebrare, seppur con un giorno di ritardo, il World Judo Day, che ogni anno ricorre nel giorno della nascita di Jigorō Kanō, fondatore della disciplina. Durante la giornata sono infatti stati anche distribuiti dei volantini dell’evento di sensibilizzazione nella lotta contro il bullismo.

Una manifestazione dei giovani per i giovani, dove grazie all’accredito della Polisportiva Montereale tramite il progetto di alternanza scuola lavoro, sono stati inseriti nello staff anche 17 collaboratori di 16-17 anni provenienti dalle scuole del circondario che riceveranno dei crediti formativi necessari al diploma.