Danza – Un Magic Show da Oscar per la DeMi

Grandissimo successo per l’ASD DeMi Libertas che domenica 16 giugno ha presentato il suo “Magic Show” presso uno strapieno Auditorium Concordia.

Un preludio carico di energia con due coreografie di Valentina Bagnariol e l’assolo di Aurora Bidinat ha letteralmente aperto le danze. Una sigla travolgente ha dato quindi il via allo spettacolo di magia vero e proprio. Il “grande mago” Gerardo Armini sale sul palco con il maghetto Giulio, che vuole diventare un apprendista, non senza prima aver dimostrato le proprie capacità.

A dir la verità, le magie pasticcione del piccolo Giulio sono davvero ben riuscite, con bambole, giochi e zombie che prendono vita. Il maestro apprezza il lavoro del ragazzo e lo prende sotto la sua ala. Decide di mostrargli la magia più importante, quella dell’amore. Ed ecco che speranza, coraggio, affetto ed empatia salgono sul palco offrendo esibizioni una più coinvolgente dell’altra. Basta poi aggiungere nella pozione un pizzico di fantasia e comincia il carnevale di Rio, si presentano quindi anche le solite “cattive guasta-feste”, mitigate infine da Ladybug e Chatnoir, espressamente richieste dal piccolo Giulio.

È giunto quindi il momento del grande classico. La magia con conigli che escono dal “cappello”, dadi e carte, sapientemente mixate. Giunti così quasi in chiusura, il mago Gerry trasporta tutti nel mondo dei sogni. Il violino suonato dal vivo da Monica Cordaz ha accompagnato una coreografia appassionata, attraverso cui i presenti hanno potuto tuffarsi direttamente nella realtà onirica. E poi angeli, demoni, nastri, mistero: un finale pirotecnico, terminato con un grande party per uno spettacolo indimenticabile.

La “sigla” di chiusura ha chiamato sul palco tutti e 100 i ballerini dai 4 anni in su con le loro insegnanti, Annalisa Armini, Alessia Gaspardo e Sara Mantese, che hanno ricevuto applausi interminabili a celebrare la creatività, l’originalità e l’impegno di chi è riuscito a presentare la bellezza di 40 coreografie, una più emozionante dell’altra. Tant’è che il presidente provinciale della Libertas di Pordenone Ivo Neri, rivolgendosi alle famiglie, ha sostenuto: «Per i genitori che guardano, questo è lo spettacolo più bello del mondo».